SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Cinque anni fa mancava ogni prospettiva, mentre oggi la strada è spianata. Ora serve fare il punto della situazione, confrontandoci con gli altri”. Lo dice l’assessore all’Ambiente Paolo Canducci presentando il convegno “San Benedetto verso rifiuti zero”, che si svolgerà venerdì 18 febbraio a partire dalle ore 15.30 all’Auditorium Tebaldini.

Un’occasione per celebrare il livello di raccolta differenziata cittadina arrivata al 42,2%, l’esatto doppio del dato che si registrava nel 2006 (21%). “Inoltre – aggiunge Canducci – a gennaio e febbraio 2011 la raccolta porta a porta ha una quantità superiore agli stessi mesi dell’anno scorso. Il trend è positivo”.

I lavori saranno aperti dal sindaco Giovanni Gaspari, seguito dall’assessore regionale alle politiche
ambientali Sandro Donati e dall’assessore provinciale all’Ambiente Andrea Maria Antonini. Dopo l’introduzione dell’assessore all’ambiente Paolo Canducci ci saranno le relazioni di vari amministratori, tra cui quella del dirigente della Regione Marche Piergiorgio Carescia, dell’amministratore delegato della Picenambiente Leonardo Collina, del consigliere comunale Giuseppe Cappelli e dell’assessore del Comune di Capannori Alessio Ciacci. Quest’ultimo testimonierà i successi ottenuti dal proprio paese, con la differenziata che ha raggiunto l’85% dei rifiuti totali.

“Il nostro piano pluriennale – avverte l’assessore – punta a superare il 65. Senza dimenticare l’impegno per l’ulteriore eliminazione dei cassonetti al centro di San Benedetto. Per avere successo bisogna estendere le esperienze il più possibile”.

Al termine del dibattito seguirà la presentazione del libro “L’anticasta. L’Italia che funziona” di Michele Dotti e Marco Boschini. Per concludere una cena con prodotti rigorosamente biologici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)