MARTINSICURO – Un’intera famiglia dedita allo spaccio della droga. Dopo una serie di indagini sono stati arrestati con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti i coniugi Antonietta e Italo Guarnieri, di 52 e 48 anni, residenti a Martinsicuro. Sottoposto invece all’obbligo di dimora il figlio ventenne F.G. I tre erano tenuti sotto controllo dallo scorso mese di ottobre dagli uomini dell’Antidroga della Squadra Mobile di Teramo ed era stato accertato il loro ruolo di fornitori di eroina e cocaina per i piccoli e medi spacciatori della zona.

In particolare è stato rilevato il ruolo centrale della donna, che gestiva materialmente i contatti con i tossicodipendenti provenienti sia dalla Val Vibrata che dalle vicine Marche e che consegnava la droga di solito in casa, ma anche in altri luoghi preventivamente concordati telefonicamente. Il ruolo del marito e del figlio era invece quello di controllare che nelle vicinanze durante la cessione non ci fossero uomini delle Forze dell’Ordine. Ogni dose veniva venduta al prezzo di 40 euro al grammo per l’eroina e 80 euro al grammo per la cocaina. Nel corso dell’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita su provvedimento del gip del Tribunale di Teramo, si è proceduto anche a perquisire l’abitazione della famiglia rom, e sono stati trovati 5 grammi di eroina e 5 di cocaina.

Sempre nell’ambito di specifiche attività antidroga, è stata arrestata nella stessa sera a Giulianova una donna rom, Ivana Di Giorgio, di 55 anni, colta in flagranza mentre cedeva 5 grammi di eroina a due tossicodipendenti della zona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 465 volte, 1 oggi)