SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quando l’incontro tra il mare e la cultura danno vita a un racconto frutto della fantasia di tanti giovani scrittori che narrano la vita e le avventure di marinai e pescatori uniti dall’amore per il mare, per la pesca e anche per la letteratura: il premio letterario Massimo De Nardis celebra quest’anno il suo decennale in ricordo del medico scomparso, socio del Circolo Nautico Sambenedettese.

La decima edizione del concorso, ricca di alcune novità, ripropone la tradizionale formula che chiama a raccolta i giovani studenti delle scuole elementari, medie e superiori attraverso un’espressione artistica, originale e inedita che abbia come unica ispirazione il mare.

Come per le edizioni precedenti il premio si suddivide in due categorie distinte: alla prima – denominata sezione A – fanno parte gli studenti delle scuole medie e superiori di qualsiasi classe che partecipano all’iniziativa mediante la stesura di un racconto che deve essere consegnato entro il 30 giugno. Novità di questa decima edizione, come anticipa il segretario del Circolo Nautico Manrico Urbani, è quella di aver divulgato il bando di concorso in tutto il territorio italiano con particolare riferimento alle scuole situate nelle città di mare nel preciso intento di far crescere ancora di più la manifestazione letteraria diventata dopo dieci anni un vero fiore all’occhiello per la città. La premiazione, prevista per venerdì 5 agosto, assegnerà al vincitore una somma pari a 1.500 euro più un ulteriore premio di 500 euro destinato all’istituto scolastico di provenienza dell’autore.

Per quanto riguarda la seconda categoria – la sezione B – rientrano i bambini delle scuole elementari anche loro frequentanti qualsiasi classe. A differenza degli studenti delle scuole medie e superiori i più piccoli avranno modo di esprimere la loro idea sul mare non solo attraverso la forma scritta ma anche con disegni, recite e lavori di gruppo. I loro lavori dovranno poi essere consegnati entro il 21 maggio prossimo e, al momento della premiazione prevista per domenica 4 giugno nella sede del Circolo Nautico, i migliori tre verranno premiati con una somma pari a 300 euro per il primo classificato, 200 euro per il secondo e 100 euro per il terzo.

Gli elaborati di entrambe le sezioni, saranno supervisionate e valutate da una giuria composta dal professor Alighiero Massimi e dalle docenti Lina Lazzari e Brigitta Bianchi.

Come precedentemente indicato la premiazione della sezione A è programmata per la prima domenica di agosto in occasione della cena di gala di una delle attività sportive cardine del Circolo Nautico, “La Sfida”, un challange internazionale di pesca ad altura. La competizione è stata anticipata di circa un mese a causa delle condizioni climatiche incerte riscontrate nell’edizione 2010 svoltasi nel periodo di settembre.

Il momento di festa inoltre sarà riservato anche per i più piccoli. Nella giornata di sabato 4 giugno precedente alla premiazione della sezione B, sempre nella sede del Circolo Nautico tornerà “Il Pierin Pescatore”, un’altra delle importanti iniziative dedicata ai ragazzi che saranno coinvolti in una gara di pesca che si svolgerà lungo il molo e le banchine del circolo oltre a delle uscite in mare allo scopo di far vivere ai più giovani l’emozione della navigazione e della pesca in barca.

“Per il nostro decennale – dichiara il segretario Manrico Urbani – diverse sono le novità che accompagnano il tradizionale appuntamento del premio come ad esempio l’inaugurazione dell’acquario tattile dello scorso ottobre. Soprattutto per i bambini della scuola elementare è importante far conoscere loro le caratteristiche del nostro mare non soltanto attraverso il punto di vista visivo, ma anche quello tattile. Un ringraziamento – prosegue Urbani – va anche al nostro sponsor, la libreria La Nuova Editrice che nella giornata di premiazione del prossimo 4 giugno regalerà alla migliore recita e a tutti i partecipanti un libro”.

“Da dieci anni – aggiunge il presidente del Circolo Nautico Sambenedettese Rolando Rosetti – attraverso il premio letterario Massimo De Nardis si tenta di avvicinare gli studenti alla cultura attraverso l’esercizio della scrittura. Il Circolo non è solo sport o hobby ma rappresenta anche un’opportunità di crescita attraverso le attività che nel corso dell’anno organizziamo. Siamo in una fase di sviluppo – prosegue il presidente Rosetti – considerando il numero dei soci, pari a 700 e al numero crescente di richieste di adesione proveniente anche fuori da San Benedetto. Stiamo inoltre studiando un percorso per unire l’acquario tattile con il museo del mare oltre all’ampliamento del connessione wi-fi a tutto il bacino portuale portandolo possibilmente a tutta la zona costiera”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 412 volte, 1 oggi)