REAL MONTECCHIO-GROTTAMMARE 1-0
REAL MONTECCHIO: Allegrini, Marongiu, Ercoli, Cameli, Vezzosi, Thomas Paoli, Fattori, Vaierani, Luca De Angelis (39’ Carciani), Todescato (67’ Campo), Montanaro (76’ Pandolfi). A disposizione: De Juliis, De Grandis, Hanzaz, Panisson. Allenatore: Emanuele Tresoldi.
GROTTAMMARE : Vaccarini (57’ Pompei 93), Oddi, Attorresi, Corradetti (67’ Gino De Angelis), Monaco, Falà (92), Oresti, Traini, Sulejmani (92)- (57’ Fanesi); Nardini, Ludovisi. A disposizione: Adamoli, Faraone, Orlandi, Cataldi (92) . Allenatore: Giuseppe Malloni
Arbitro: Di Marco di Ascoli Piceno.
Reti: 32’ Thomas Paoli (R.M.) su rigore.
Espulsi: 30’ Oddi (G) rosso diretto per fallo da ultimo uomo, 32’ Cameli (R. M.) e Adamoli (G- direttamente dalla panchina) per reiterate proteste, al 77’ Oresti (G) per doppia ammonizione ed il responsabile dell’area tecnica Aniello (G) .
Note: al 49′ Ludovisi (G) si faceva parare un rigore da Allegrini (R.M.) ; terreno in buono stato con cielo coperto.
Angoli: 3-4.
Recuperi: 5’+5’.
Spettatori : 300 circa.
Curiosità: La gara d’andata giocata sul neutro di Cupra Marittima finì 0-1 (al 20′ Campo e sullo 0-1 all’88’ Ludovisi fallì il rigore del possibile 1-1 facendoselo parare da De Juliis) per la squadra montecchiese.
Mentre l’ultima volta che le due squadre si erano affrontate allo Spadoni di Montecchio risaliva a due stagioni fa (2008/09) in Serie D ed era finita 2-0 per i padroni di casa.

MONTECCHIO (PESARO-URBINO) – Continua il momento no del Grottammare (che ha raccolto solo 2 punti nelle ultime 5 gare) al terzo ko esterno consecutivo (sempre per 1-0), sconfitto a Montecchio da un Real giunto invece al quinto successo consecutivo. Questo risultato scaturito allo Spadoni crea opposte situazioni alle due compagini, riportando i montecchiesi nei play off e i rivieraschi nei play out.
A questo punto premesso che l’ultima sconfitta subita è stata immeritata e che finora molte partite sono state condizionate anche da episodi sfortunati ed arbitraggi penalizzanti, sorge un dubbio ossia se fosse rimasto l’esonerato Del Moro (7 punti in 6 giornate) sulla panchina biancoceleste, il Grottammare avrebbe avuto in questo momento del torneo tanti meno punti rispetto a quelli raccolti con l’esperto Malloni (23 punti in 22 gare) ?

Finora infatti il cambio di panchina non ha prodotto gli effetti sperati e l’esperienza del navigato tecnico fermano per il quale parla il suo onorevole curriculum non ha inciso a parte sporadiche occasioni come i successi di Tolentino (in cui il Grottammare ha inflitto ai cremisi il primo e per ora unico stop stagionale) e di Fermo (in Coppa Italia), il pareggio di Cascinare e le buone prestazioni in gare seppur perse con squadre blasonate come Ancona e Fermana. La colpa di questa stagione deludente è forse anche della società che mirava ai play off e che forse aveva sopravvalutato la rosa dei giocatori a disposizione modificata anche nel corso del torneo. Anche se molti addetti ai lavori (non ultimo il Diesse del Corridonia Falzetti) non riescono a capacitarsi del fatto che una squadra con la rosa del Grottammare si trovi in questa deficitaria posizione di classifica. E che dire del nervosismo che attanaglia la squadra rivierasca che a Montecchio si è superata arrivando (con le espusioni di Oddi, Adamoli ed Oresti) a 13 espulsioni stagionali contando solo i rossi incassati dai giocatori, se no il numero salirebbe e si avvicinerebbe a 20 (se si contassero anche quelle di Aniello ed altri dirigenti e dell’ex allenatore Del Moro).

Poi c’è il discorso legato a Capitan Ludovisi capocannoniere biancoceleste con 10 reti all’attivo ma che non segna da altrettante giornate, la sua ultima rete risale infatti all’1-1 di Cingoli della 18a giornata. Inoltre l’attaccante di Velletri ha fallito a Montecchio il terzo rigore stagionale se ci si aggiungono quello sbagliato nella gara d’andata sempre contro il Real Montecchio sul neutro di Cupra a 2 minuti dalla fine, errore che impedì al Grottammare di pareggiare l’incontro e dunque di andare a punti e di evitare il terzo ko consecutivo e quello nel derby piceno di 2 settimane fa contro il Centobuchi quando sempre sullo 0-1 calciò malamente dagli 11 metri anche se poi Allevi rimediò il suo errore dal dischetto. Ecco Ludovisi è un bomber di razza e di categoria superiore che molte squadre vorrebbero, il quale conclude quasi sempre le sue stagioni in doppia cifra, ma allo stesso tempo nel corso dell’anno, spesso ha dei lunghi periodi di appannamento in cui diventa un giocatore qualsiasi.

La gara di domenica è stata decisa dal gol partita realizzato su rigore da Thomas Paoli (al sesto centro stagionale, il primo su rigore) intorno alla mezz’ora.
Ad inizio ripresa come già detto i rivieraschi hanno avuto l’occasionissima per riequibrare l’incontro ma Ludovisi si è fatto parare come all’andata (glielo parò De Juliis) il tiro dal dischetto stavolta da Allegrini.
In campo è stata una battaglia senza esclusioni di colpi, resa nervosa soprattutto da un’arbitraggio al quanto discutibile. Il duello rusticano ha scaturito infatti ben 5 espulsioni 4 delle quali nelle file ospiti (Oddi, Adamoli dalla panchina e Oresti ai quali si aggiunge il responsabile dell’area tecnica Aniello) e uno tra i locali, l’ex biancoceleste (nella stagione 2008/09 in Serie D) Cameli. Quindi la partita si è chiusa in 10 vs 9.

La cronaca: Dopo i primi minuti di studio, il Grottammare (privo dello squalificato Chiavaroli) si affacciava davanti con convinzione e all’11’ Falà sul fondo, dalla destra, lasciava partire un traversone che la difesa montecchiese allontanava. Al 14′ Ludovisi controllava e scaricava in area per Nardini il quale in diagonale, tra una selva di gambe, non trovava la porta per una questione davvero di centimetri. Al 25’ i padroni di casa imbastivano una bella azione con l’italo brasilianoTodescato che andava via velocissimo sulla sinistra agevolando Montanaro il quale però veniva in contatto con un avversario a ridosso del limite dell’area ospite cadendo a terra.

Al 30′ il Real confezionava l’azione che decideva l’incontro. Luca De Angelis con un passaggio filtrante serviva Montanaro il quale aggirava con una finta beffarda Corradetti mettendo in mezzo per l’accorrente Todescato che veniva spintonato proprio sulla linea di porta da Oddi. Il direttore di gara indicava il dischetto ed estraeva il cartellino rosso diretto per il terzino biancoceleste. Per Oddi si tratta della terza espulsione stagionale.
Seguivano poi le espulsioni di Cameli e Adamoli (direttamente dalla panchina) per qualche presunta parola di troppo. Dagli 11 metri Thomas Paoli (fratello di Lorenzo che gioca nella Vis Pesaro) spiazzava Vaccarini portando in vantaggio il Real Montecchio. Era il gol partita.

Al 46’ Vaierani dalla destra innescava Thomas Paoli che metteva in mezzo un campanile ma Vaccarini saggiamente deviava in angolo mentre Todescato finiva dentro la porta.

In apertura di ripresa (al 49′) altro penalty stavolta assegnato agli ospiti per un fallo di Carciani su Ludovisi. Ma quest’ultimo si lasciava ipnotizzare dall’ottimo Allegrini il quale intuiva la traiettoria respingendo la conclusione dell’attaccante biancoceleste.
Trascorreva un minuto e su un calcio piazzato di Thomas Paoli il compagno di squadra Montanaro non arrivava per un soffio sulla sfera. I biancocelesti non si davano per vinti e cercavano in tutti i modi di rimettere in carreggiata la gara ma al 53′ trovavano sulla loro strada ancora una volta Allegrini che miracoleggiava su Nardini (il quale trovatosi solo in area scaricava con il destro ma l’estremo montecchiese si allungava e respingeva). Al 57′ Malloni tentava il tutto per tutto giocando la carta Fanesi.
Al 62’ una punizione di Thomas Paoli attraversava l’area ospite e si perdeva sul fondo. Al 73’ la squadra rivierasca rispondeva con una bella girata in mischia di Falà che finiva fuori di un soffio.
Al 77′ il Grottammare rimaneva in 9 uomini, Oresti rimediva il secondo giallo ed il conseguente rosso e nello stesso tempo il direttore di gara allontanava dal campo il responsabile dell’area tecnica grottammarese Aniello per proteste.
Al 93′ Allegrini si ergeva ulteriormente a man of the match respingendo una sventola a botta sicura di Gino De Angelis e negando così il meritato pareggio ai biancocelesti.
L’ultimo brivido della gara lo regalavano i biancorossi con il calcio piazzato del nuovo entrato Campo (match winner della gara d’andata) che sorvolava l’area ospite e si schiantava sulla traversa.

Con questo ko (il dodicesimo stagionale, l’ottavo esterno) il Grottammare ripiomba in zona play out facendosi agganciare da Real Metauro (che ha battuto di misura tra le mura amiche il fanalino di coda Urbino) ed Urbania (che deve recuperare la gara interna con la capolista Ancona e reduce dal pari a reti bianche di Tolentino) e scivolando in una posizione di classifica che va dal quindicesimo al diciassettesimo posto a – 2 dalla salvezza diretta. Domenica prossima la squadra di Malloni ospiterà al Pirani l’Elpidiense Cascinare (penalizzata di un punto così come il Centobuchi e reduce dal ko interno con l’inarrestabile Atletico Piceno, giunto al quinto successo di fila nonchè il dodicesimo risultato utile consecutivo e lanciato verso il quinto posto che vale i play off).

Mentre il Real Montecchio in attesa di recuperare la gara con la Cingolana (reduce dal netto ko di Fermo), con questo successo ha agganciato al quinto posto la Vis Pesaro (che ha impattato a reti bianche nello scontrio diretto di Montegranaro) e dunque la zona play off. La formazione di Tresoldi tornerà in campo già mercoledì a Cingoli nel recupero della 25a Giornata. Mentre domenica prossima i biancorossi saranno ospiti della Fulgor Maceratese (che ha ritrovato il successo espugnando Monte San Giusto e uscendo dalla zona play out).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 161 volte, 1 oggi)