SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con 14 voti contrari, solo 2 favorevoli ed altrettanti astenuti (Felicetti e Forlì) il Consiglio Comunale ha respinto l’indicazione posta da Daniele Primavera di destinare parte dei nuovi parcheggi a pagamento di Via Tonale ai residenti, con l’applicazione di zone a disco orario per sollevare sia gli abitanti della zona che gli utenti del Madonna del Soccorso dall’obbligo del ticket.

“Con l’istituzione della zona blu – ha spiegato il sindaco Gaspari – creiamo una maggiore rotazione degli avventori e rispondiamo parzialmente al problema esistente. Da tempo infatti, già la mattina verso le 9.30 gli spazi antistanti l’Ospedale sono colmi. E’ una risposta parziale, non la soluzione definitiva. Questa forse la troveremo con la realizzazione di ulteriori parcheggi che nasceranno da prossime riqualificazioni, come quella in via Bixio”.

Alquanto gelida la reazione dell’aula alla proposta dell’esponente di Rifondazione. Giuseppe Laversa (Socialisti) ha voluto precisare come certe decisioni non spettino al mondo politico (“devono essere i Vigili a regolamentare, non noi”), mentre Palma Del Zompo (Idv) ha posto il proprio veto, contestando la disparità di trattamento che verrebbe a formarsi tra alcuni quartieri ed altri (“perché allora non proporlo pure per piazza Piacentini al Paese Alto? O vale per tutti o per nessuno”).

“Non capisco la tua logica”, le ha subito replicato Primavera. “E’ assurda; consigli quindi di mettere parcheggi a pagamento ovunque? Sono argomentazioni senza senso. La mia proposta voleva rappresentare solo un supporto a chi ha casa da quelle parti e a chi per andare in Ospedale è costretto a pagare. Lo trovo odioso, in genere chi occupa quei posti non lo fa per scelta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)