COLONNELLA – L’apertura del nuovo Outlet di Colonnella strumentalizzata a fini elettorali? A porre il dubbio è il gruppo di minoranza guidato da Matteo Marchetti, che in una serie  di manifesti affissi a Colonnella formula una serie di interrogativi: “I continui rinvii dell’inaugurazione dell’Outlet – scrivono i consiglieri – che prima doveva essere dell’abbigliamento ed oggi, proprio grazie ai ritardi nell’apertura, è diventato del mobile, fanno pensare a serie difficoltà relative agli investimenti e soprattutto all’inesistenza dei 400 posti di lavoro promessi da svariati anni, anche attraverso mezzo stampa, ma che ancora ad oggi non vedono concretezza.

Non vorremmo assistere, come è già accaduto in passato – aggiungono –  a cittadini costretti ad elemosinare un posto di lavoro a ridosso della campagna elettorale. Il lavoro è un diritto e non uno strumento elettorale – concludono – e il cittadino deve essere libero di esprimere il proprio consenso ad una parte o all’altra, sulla base dei programmi e delle persone che li rappresentano”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)