SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Internazionalizzazione e non solo. La Confindustria di Ascoli Piceno organizza l’Expo Piceno dal 7 al 10 aprile 2011 presso il Forum, struttura ubicata a San Benedetto del Tronto a sud del centro commerciale Porto Grande. L’iniziativa è stata presentata in concomitanza della visita nel Piceno di Vadim Sabluk, capo dell’Ufficio commerciale dell’ambasciata dell’Ucraina in Italia.

“Una opportunità per un territorio come quello piceno particolarmente legato alla Repubblica dell’Ucraina”: dichiara Bruno Bucciarelli, presidente di Confindustria Ascoli Piceno.  “L’occasione è gradita soprattutto perché la regione Marche (assieme al Veneto e alla Lombardia) è molto attiva nei rapporti commerciali con il nostro Paese”, risponde Sabluk parlando dei rapporti tra le due nazioni. “Con l’Italia si effettuano scambi per circa 4 miliardi di euro ed esportiamo soprattutto materie prime. Le aziende marchigiane partecipano attivamente a fiere nel settore del mobile e della calzatura e questi rapporti devono essere rafforzati sia con il mondo imprenditoriale sia con le istituzioni”.

L’occasione dell’Expo Piceno è essenziale per stimolare l’aggregazione delle imprese ed è stata creata su impulso della Cassa di risparmio di Ascoli Piceno.”Dobbiamo far vedere quello che siamo in grado di fare e quello che riusciamo a produrre” aggiunge Marco Calvaresi in qualità di presidente del settore Piccola industria di Confindustria e ribadisce la centralità del cosiddetto made in Piceno come marchio distintivo del nostro territorio.

Anche il sindaco di San Benedetto, Giovanni Gaspari, pone l’accento sull’importanza della manifestazione che si terrà in città in una posizione strategica da un punto di vista logistico. “Dobbiamo cominciare a lavorare in squadra, istituzioni, associazioni e privati per il raggiungimento di un obiettivo comune come quello dell’internalizzazione”. A queste parole del primo cittadino fa eco la dichiarazione di Piero Celani, presidente della Provincia di Ascoli Piceno: “Occorre un coordinamento sul territorio per capire di cosa abbiamo bisogno e come ottenerlo”.

La manifestazione si aprirà giovedì 7 aprile con una riunione tecnica di tutte le associazioni industriali del centro Italia e dell’Adriatico; venerdì 8 alle 11 ci sarà l’inaugurazione e a seguire un convegno sul tema “La piccola e media impresa in periodo di crisi: problemi e prospettive”. Nel pomeriggio di venerdì e di sabato saranno a disposizione dei banchi informativi sull’internazionalizzazione. Sabato 9 di mattina sarà la volta delle scuole, con la mostra dei lavori effettuati su come i giovani interpretano il concetto di fare e intraprendere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)