ACQUAVIVA PICENA – Consiglio comunale vivace ad Acquaviva nella serata di giovedì. A riscaldare gli animi è stata soprattutto la comunicazione della Corte dei Conti in merito alle condizioni del Bilancio del paese. In un fax protocollato il 3 dicembre 2010, ma reso noto solo nei giorni scorsi, l’organo dello Stato ha sottolineato che “pur non rilevando elementi di grave irregolarità, si evidenziano profili di scostamento dalla normale fisiologia che potrebbero determinare eventuali rischi per la sana gestione finanziaria”.

Parole lette dall’opposizione come una vittoria, seppur ufficializzata con qualche mese di ritardo: “E’ la prova che il buco non era nella nostra testa”, ha replicato stizzita Daniela Straccia facendo riferimento ad una vecchia querelle con Andrea Infriccioli, quando quest’ultimo respinse duramente ogni addebito.

“Siamo felici di non essere vostri complici in questa gestione – ha proseguito la capogruppo di minoranza. La Corte dei Conti ha raccolto le nostre preoccupazioni. Mi stupisce notare che un l’assessore di competenza non si sia mai accorto o voluto accorgere della situazione”.

Immediata e piccata la replica dell’assessore al Bilancio: Ci hanno solo chiesto maggiore attenzione, nulla più. Stiamo recuperando gradualmente dei fondi che si aggirano sui 150 mila euro ”. Poi l’annuncio a sorpresa: “Presto affiggeremo nuovi manifesti per continuare a spiegare ai residenti la realtà delle cose. I cittadini devono sapere, senno rischiano di parlare senza sapere”.

Maggiori informazioni saranno disponibili sul prossimo numero di Riviera Oggi, in edicola da martedì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 646 volte, 1 oggi)