MARTINSICURO – “La procedura di verifica di assoggettabilità a Vas è stata avviata correttamente dai tecnici del Piano e dai funzionari del Comune”. Il consigliere delegato al Demanio Massimo Vagnoni ribatte alle affermazioni di Pd, Fli e Città Attiva inerenti il Piano Spiaggia e l’iter avviato dall’amministrazione, in cui al momento manca la procedura di assoggettazione alla Vas.

Ma se la Valutazione Ambientale Strategica è stata ritenuta opportuna dall’Arta di Teramo e dalla Direzione Beni Ambientali della Regione Abruzzo, Vagnoni specifica che “l’autorità competente per la Vas, come ricorda la stessa Regione, va individuata nell’amministrazione comunale di Martinsicuro: ciò vuol dire che sarà il Comune a stabilire se lo strumento andrà o meno a assoggettato a Vas. Gli uffici quindi, nella completa serenità ed effettuate le dovute valutazioni in merito ai pareri espressi, decideranno se emettere il decreto di non assoggettabilità o, viceversa, avviare la procedura Vas”.

Una versione che ribalta completamente le affermazioni dei gruppi di minoranza, che avevano chiesto l’annullamento del Piano Spiaggia proprio per la mancanza di tale documento in fase di adozione. Una mancanza che a quanto pare può essere recuperata in corso d’opera. Vagnoni infatti specifica che qualora si decidesse di avviare l’iter per l’assoggettazione alla Valutazione Ambientale Strategica, questo sarà effettuato “tra la fase di adozione e quella di approvazione. Ma con quali conseguenze? Una spesa ulteriore per l’ente ed un allungamento dei tempi di approvazione con conseguente ritardo nella risoluzione di alcune questione rimaste irrisolte nel nostro arenile”.

Tutto nella norma quindi, e l’assessore delegato al Demanio afferma che “si procederà serenamente nel percorso condiviso con le istituzioni competenti, arrivando, nel tempo che sarà necessario, alla approvazione definitiva dell’importante strumento di pianificazione demaniale”.

Per informare i cittadini sui contenuti della Variante sono stati organizzati due incontri pubblici: mercoledì 16 febbraio alle ore 21 presso la Sala Consiliare di Martinsicuro e giovedì 17 febbraio (sempre alle ore 21) presso la Sala del Buon Pastore a Villa Rosa.

“Continuo a non comprendere questa ossessione dei consiglieri di minoranza sulla questione Vas – prosegue Vagnoni –  Le opposizioni continuano ad alzare i toni dello scontro  senza voler entrare nel merito del piano: segno evidente della cronica assenza di idee sullo sviluppo del nostro arenile.

Lo sanno che l’autorità competente è il Comune? Lo sanno che la procedura Vas, se necessaria, va conclusa prima dell’approvazione del piano e non dell’adozione? Io penso proprio di no. E allora prima di accusare il sottoscritto di superficialità e di inadeguatezza, si studiassero le norme di settore e poi torneremo a discutere”.

Vagnoni definisce poi la posizione delle minoranze sul Piano Spiaggia “un modus operandi che ha l’unico obiettivo di creare confusione e allarmismi, distogliendo l’attenzione generale da ciò che è più importante, ovvero l’approvazione fondamentale del piano demaniale marittimo”.

La storia è sempre la stessa – aggiunge – ormai da decenni: ogni qualvolta si prova a porre le premesse per la redazione di uno strumento di pianificazione, anziché confrontarsi nel merito, si preferisce parlare di altro, ricorsi, illegittimità, procure”.

Il consigliere delegato al Demanio conclude con la considerazione che il clima politico martinsicurese ha raggiunto “un livello di conflittualità ormai inaccettabile, alimentato sia dagli storici rappresentanti politici che dai nuovi, tutti uniti ancora una volta nel dire no a tutto a prescindere”.

“Da parte mia – conclude – c’è la consapevolezza di aver seguito il corretto iter amministrativo, ma, soprattutto,  la responsabilità di garantire la massima serenità ai tecnici del piano e ai funzionari comunali, affinchè possano continuare a lavorare, e prendere le relative decisioni, nella massima tranquillità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 208 volte, 1 oggi)