MARTINSICURO – L’Udc di Martinsicuro accoglie con non troppo entusiasmo la proposta di Futuro e Libertà di avviare un dialogo per costituire il Terzo polo nella città truentina. Non dice no, ma nemmeno sì. Semplicemente, al momento, preferisce attendere.

“A livello regionale e provinciale ci sono dei contatti tra le due compagini ma non è ancora stato definito nulla per la formazione di un Terzo polo – ha affermato il coordinatore locale dell’Udc Concetto Di Francesco – e per quanto riguarda Martinsicuro il Fli non è ancora ufficialmente costituito, quindi non c’è un referente con cui potremmo relazionarci”. Di Francesco, che proprio lunedì sera ha tenuto un incontro con il direttivo dell’Udc, pur non escludendo l’ipotesi di un futuro riavvicinamento con Fli, asserisce che un’eventuale costituzione di Terzo polo a Martinsicuro sarebbe “un processo lungo e non privo di difficoltà, visti i rapporti non proprio ottimi tra i due partiti”.

Senza dubbio un grande sforzo dovrà essere compiuto da entrambe le parti (l’Udc attualmente è in maggioranza mentre Fli all’opposizione) per superare attriti personali che hanno dato origine fino a qualche tempo fa a scontri durissimi tra i rispettivi esponenti. Scontri combattuti anche a colpi di reciproche accuse, che hanno reso particolarmente elettrica la politica martinsicurese.

“Attendiamo che il quadro politico si chiarisca a livello regionale e provinciale – ha aggiunto Di Francesco – dopodiché valuteremo il da farsi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)