CUPRA MARITTIMA – Piano di riqualificazione del quartiere Catasta, la giunta comunale fa marcia indietro accogliendo le perplessità dei residenti e dell’opposizione consiliare (clicca qui). Questo quanto riportato in una nota ufficiale diffusa martedì pomeriggio: “Per maggiore chiarezza nei confronti della cittadinanza ed al fine di tacitare voci che non esprimono la reale volontà dell’Amministrazione Comunale si rende noto che il piano di intervento relativo al quartiere Catasta, illustrato alla cittadinanza nel corso della pubblica assemblea tenutasi il 19 gennaio, non verrà realizzato”.

La Giunta comunale, sintetizza la nota, era stata destinataria di una proposta promossa da un privato che a fronte della permuta di aree, al fine di consentire la realizzazione di due edifici residenziali, prevedeva la realizzazione di opere di pubblica utilità (sala conferenze, ponte carrabile, campo sportivo, piste ciclabili).

“La Giunta – si legge ancora nella nota – ha ritenuto di sottoporre il progetto alla cittadinanza, e soprattutto ai residenti del quartiere, in quanto lo stesso risultava significativo da un punto di vista economico-finanziario visto il consistente investimento in opere pubbliche”.

L’esito dell’Assemblea ha confermato alcune delle perplessità palesate dall’Amministrazione comunale stessa: “eccessivo intervento in termini di cubature, perdita di spazi verdi attualmente disponibili, possibile aumento del traffico conseguente alla realizzazione del ponte. Pertanto – prosegue la voce ufficiale della giunta di Domenico D’Annibali – si ribadisce che non ci sono i presupposti per accogliere la proposta avanzata dal privato ma si ritiene comunque importante ed innovativo, ai fini della comunicazione e della democrazia, l’incontro che si è tenuto il 19 gennaio. Si è trattato di un importante momento di condivisione delle scelte che ben rappresenta l’idea di partecipazione democratica e di politica dell’ascolto di cui si fa portatrice questa Amministrazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 680 volte, 1 oggi)