ASCOLI PICENO – Corsie ristrette nel tratto di strada tra il ponte di porta Maggiore e le 2 fontane, in fase di ristrutturazione, site alla fine dello stesso, per il potenziale prolungamento della pista ciclabile iniziata ad agosto scorso.

Al fine di collegare il centro storico con la stazione ferroviaria che, grazie ad un finanziamento regionale, a breve diventerà anche un’autostazione, la pista ciclabile che attualmente parte da Piazza Arringo ed arriva al Forte Malatesta, dovrebbe proseguire per tutto il percorso attualmente delimitato dai birilli, all’altezza dell’incrocio di Via Tranquilli.

Come dichiara lo stesso sindaco Guido Castelli, “L’idea è quella di alleggerire il carico veicolare di accesso al centro storico, di valorizzare la mobilità dolce e la qualità della vita della città e, da ultimo, di stimolare quanto più possibile le pratiche motorie di tutti”.

Diverse le reazioni dei cittadini a riguardo: per molti è un’ottima soluzione per contrastare il crescente inquinamento, per non pagare il parcheggio in centro, per fare attività fisica e per riscoprire il piacere di una sana pedalata mentre altri giudicano il progetto uno spreco di denaro ed un intralcio al traffico.

E’ ironico, tuttavia, osservare ancora qualche ciclista transitare dal lato opposto della pista relativa, vanificando l’intento, lodevole, dell’ iniziativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 451 volte, 1 oggi)