MARTINSICURO – Chiedevano carte prepagate in tabaccheria, ma al momento di pagare fingevano di aver dimenticato il contante o il documento di riconoscimento in macchina e si allontanavano dal locale portando con sé la tessera. Sono stati arrestati con l’accusa di truffa aggravata continuata in concorso due giovani fidanzati di Montesilvano, G.R e A.R, entrambi 25enni, che avevano messo a segno tre colpi in altrettante tabaccherie di Martinsicuro.

Il trucco architettato consisteva nel chiedere la tessera, per poi  fingere nel momento di pagare di aver lasciato i soldi o il documento di identità in auto. I due quindi uscivano dal locale con la scusa di andare a prendere il necessario, lasciando in garanzia al tabaccaio il portafoglio, che però era pieno di cartastraccia. La coppia faceva poi in tempo anche a ritirare i soldi dal bancomat prima che la tessera fosse bloccata. Con questo sistema i due erano riusciti ad assicurarsi circa 2mila euro.

I titolari delle tabaccherie hanno denunciato i furti ai Carabinieri di Martinsicuro i quali attraverso una serie di indagini sono riusciti a risalire agli autori delle truffe.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 532 volte, 1 oggi)