SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – “La decisione di lasciare la tribuna centrale ed il Settore Franco Mirti ai teramani, è un atto vergognoso, pieno di arroganza e disinteresse. La parola rispetto non porta guadagno mentre lasciare ai teramani il nostro settore sì”.

Avvelenate le parole della tifoseria di Santegidio alla Vibrata, che commenta così le decisioni prese per Santegidiese-Teramo dalle forze dell’ordine con le due società l’altro giorno in Questura. I tifosi se la prendono con la società giallorossa, rea di aver accettato di rendere disponibili ai teramani quasi il triplo dei biglietti disponibili per l’incontro di domani, e aggiungono: “La società A.S. Santegidiese Calcio 1948 si mostra senza pudore per quello che è: un’associazione gestita da persone incapaci, e senza alcuno scrupolo dichiarando settori inagibili (basta ricordare la partita e Sant-Samb disputata al Comunale di Teramo) per poi farli diventare agibili per magia solo al fine di guadagnarci di più. Qui non stiamo parlando di vendere o comprare questo o quel giocatore, sia ben chiaro. Qui parliamo di una società che non merita riguardo e soprattutto non dimostra la sufficiente garanzia necessaria per godere del rispetto e la fiducia della Questura. Qui stiamo parlando di rispetto, rispetto verso chi occupa ogni domenica i gradoni dello stadio Comunale, nel bene e nel male, sia che l’avversario di turno sia la capolista o l’ultima della classe.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)