MARTINSICURO – Saranno avviate entro pochi giorni le nuove analisi sul terreno di Villa Rosa in cui si è rilevato inquinamento da metalli pesanti.

Dopo le indagini preliminari nel terreno e nelle acque di falda che hanno accertato nell’area di via di Vittorio la presenza di elementi come piombo, rame, nichel, zinco, arsenico, ferro e manganese al di sopra dei limiti consentiti dalla legge, si passerà ora ad effettuare ulteriori accertamenti (delineati nel Piano di caratterizzazione), che stabiliranno il grado di inquinamento e la sua estensione.

Il terreno di Villa Rosa è saltato alla ribalta mediatica inizialmente per la volontà dell’amministrazione Di Salvatore di voler vendere l’area, poi per una denuncia pervenuta al Comune ad inizio 2009 in cui si prospettava che nel terreno fossero stati sotterrati abusivamente alcuni decenni fa rifiuti pericolosi derivanti da scarti industriali. Da allora il Comune ha avviato sia tramite l’Arta che attraverso una consulenza tecnica privata, una serie di analisi che hanno confermato la presenza nel terreno e nelle acque di falda di agenti inquinanti in valori superiori alla norma.

I dati ottenuti hanno portato alla necessità di elaborare il Piano di caratterizzazione per stabilire il grado e l’estensione dell’inquinamento riscontrato nelle analisi preliminari.

Si procederà con indagini a tutto campo che analizzeranno il sito in ogni minimo aspetto e dettaglio, attraverso sopralluoghi, indagini dirette e indirette, carotaggi, analisi, verifiche. In base ai risultati si decideranno le successive operazioni da attuare, come la messa in sicurezza o la bonifica del sito.

Il piano di Caratterizzazione sarà effettuato dallo Studio Chimico Astra, mentre l’Arta di Teramo avrà le funzioni di controllo e di validazione delle attività.

Nei giorni scorsi si è tenuta in Comune una conferenza di servizi a cui hanno partecipato anche l’Arta e la Provincia di Teramo (che sta effettuando attraverso la Polizia Provinciale un’indagine per accertare eventuali responsabilità nel sotterramento degli scarti) e in cui è stato espresso parere favorevole sull’attuazione del Piano di Caratterizzazione.

Le analisi che ora saranno effettuate dovranno fornire un quadro più chiaro delle condizioni ambientali in cui versa l’area di Villa Rosa e saranno determinanti per la valutazione delle ulteriori attività da intraprendere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 262 volte, 1 oggi)