SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Venerdì 4 febbraio ci sarà di che discutere in consiglio comunale, nella seduta chiamata a indire o meno il referendum consultivo sulla cosiddetta Megavariante, in base alla raccolta di 4373 firme da parte del comitato civico “Prg a crescita zero”.

Già, la delibera che sarà portata in consiglio, e che Rivieraoggi.it vi può anticipare, prevede infatti una insolita tripartizione del testo da votare. Ci spieghiamo meglio. Di solito una delibera è un testo che va votato o meno. Qui siamo di fronte a un testo con “tre finali diversi”, una specie di bivio tripartito in cui poter scegliere tre alternative.

La prima: indire il referendum sulla base della richiesta dei raccoglitori delle firme, stampando sulle schede il quesito presente nei gazebo del Comitato durante la sua campagna.

La seconda scelta: non indire il referendum consultivo “in quanto il quesito indicato a cura dei promotori non risulta formulato in maniera chiara, semplice e univoca”.

La terza scelta: indire il referendum con un nuovo e diverso quesito, cioè il seguente: “Volete voi che l’amministrazione comunale dia attuazione alla delibera consiliare numero 113/2009 avente ad oggetto: criteri e indirizzi generali per la localizzazione e la realizzazione di una qualificata opera pubblica di elevata valenza architettonica da parte della Fondazione Carisap e di connessi interventi di pubblica utilità”.

Tre opzioni, chiamate testualmente così, presenti nello stesso corpo di delibera. Da quanto siamo riusciti ad apprendere, pare che durante il consiglio comunale sarà la presidente Giulietta Capriotti a valutare le modalità di votazione sulle tre ipotesi, in base all’andamento del consiglio stesso.

Una risposta burocratica che avrà forse una logica che riusciamo poco a comprendere, ma ce l’avrà, speriamo. Di certo questa delibera “tripartita” è qualcosa di inconsueto. Staremo a vedere, come sempre Rivieraoggi.it vi offrirà i suoi aggiornamenti in diretta web.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 250 volte, 1 oggi)