ASCOLI PICENO – Sabato 05 febbraio  alle ore 21.30 al PalaFolli di Ascoli Piceno nuovo appuntamento con Ascolinscena, rassegna di commedie brillanti organizzata da Castoretto Libero, DonAttori, Li Freciute e Compagnia dei Folli. Ospiti della serata saranno gli attori della Compagnia Amici della Ribalta di Lanciano con lo spettacolo “Parenti Serpenti”.

La storia originale scritta dal lancianese Carmine Amoroso e poi trasformata in un film nel 1992 da Mario Monicelli e Suso Cecchi D’Amico, racconta la tipica tradizione della squilla lancianese, ossia  il suono della campana che richiama a raduno i familiari. La ricorrenza raccoglie nella casa paterna tutti i figli e parenti, il giorno della vigilia di Natale, circostanza durante la quale la madre preannuncia l’impossibilità di vivere da sola con il marito ormai in pieno decadimento celebrale. La richiesta di trasferirsi con uno dei quattro figli scatena uno scontro frontale fatto di ripicche, rancori ed egoismi. In sintesi nessuno vuol prendersi cura dei due anziani. Una soluzione è possibile, ma un finale imprevisto risolve la situazione.

L’associazione teatrale “Amici della ribalta” si è costituita nel  1989 e tra gli spettacoli messi in scena vanta numerosi successi tra i quali: la trilogia di Eduardo De Filippo con “Non ti pago”, “Natale in casa Cupiello” e “ Questi fantasmi”, il loro “Cara moglia” che nel 1999 ha vinto tre premi alla Rassegna del Teatro Dialettale Marrucino, “La puteche de lu Cafè” di Carlo Goldoni, che nel 2000 ha conquistato al Marrucino il riconoscimeto più importante, il Guerriero di Capestrano, assegnato alla migliore compagnia.

Non nuova alla pubblico del Palafolli, La compagnia Amici della Ribalta è stata ospite anche nella scorsa edizione della rassegna ascolana ed ha ottenuto il Premio Ascolinscena per la migliore regia, e concorrerà anche quest’anno all’assegnazione dei riconoscimenti, il prossimo 10 aprile, Per gli ultimi biglietti disponibili ci si può rivolgere alla biglietteria del PalaFolli al prezzo di euro 10.  Per informazioni:  0736/352211

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 182 volte, 1 oggi)