ASCOLI PICENO – Appartiene ad un ascolano di 50 anni il corpo senza vita ritrovato intorno alle venti di mercoledì sera 2 febbraio in un appezzamento incolto che si trova tra via Bazzini e via Micali ad Ostia Antica in provincia di Roma.

Il defunto lavorava in città come cameriere. Sono stati alcuni suoi amici a mettersi sulle sue tracce non vedendolo rientrare e sapendo del suo carattere abitudinario si sono insospettiti.

Poi hanno trovato la sua macchina tra le due vie che delimitano la campagna e si sono avviati verso un casolare disabitato dove all’interno hanno fatto la macabra scoperta.

Ci hanno pensato quidi i Carabinieri di Ostia a prendere in consegna il corpo sul quale non si riscontrano segni di colluttazione o violenza inferta. Il magistrato di turno ha in ogni caso disposto l’autopsia per avere un quadro più chiaro del decesso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 690 volte, 1 oggi)