SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vicini agli egiziani che stanno lottando (e morendo) per la libertà. Il movimento 6 aprile (6 april youth movement), cuore della gioventù egiziana, attivo attraverso internet dal 2008 per ottenere libera informazione e la fine della dittatura in Egitto, ha inviato una “urgent call“, un “appello urgente”, rivolto a tutti coloro che vogliono in vario modo sostenere i dimostranti egiziani che stanno difendendo il loro paese e i loro diritti per vivere una vita rispettabile.

Pubblichiamo integralmente il testo in inglese, spedito da una ragazza egiziana, e lo divulghiamo anche attraverso RivieraOggi.it perché, come scrivono, “il regime ha bloccato internet e l’uso dei telefoni mobili e anche canali televisivi per assicurarsi che la nostra voce non raggiunga i media e la gente”, “abbiamo bisogno di aiuto e sostegno di tutte le organizzazioni umanitarie e tutti i difensori della libertà in tutto il mondo per fermare questo massacro (230 morti fino ad ora)”, “quello che sta accadendo in Egitto è un crimine contro l’umanità, per favore mostrate la vostra solidarietà e sostegno”. E ancora: “Siamo sotto il selvaggio attacco delle forze di sicurezza contro i dimostranti, con uso di ogni tipo di arma, coltelli, bombe lacrimogene, molotov…”
Non possiamo esimerci dal diffondere questo appello,

An Urgent call from the Egyptian demonstrators who are defending their country and for their right to live a free respectable life.
We appeal to all human rights organizations and to all the defenders of freedoms and human rights and all the free honourable media inside and outside Egypt to interfere immediately and support our peaceful demonstrations from the savage attack of the security against the demonstrators using all kinds of weapons, knives, gas bombs and molotov bombs electric sticks to spread fear among the demonstrators and this is illegalized in any place in the world and against all human rights concepts.

The victims till now today are 230 victims, killed and injured… and the security is protecting those criminals.
It’s worth mentioning that the government has closed the internet and the mobile phone networks and many headquarters of different channels to ensure that our voice won’t reach the media and people….

We need the help and support of all human rights organizations and all defenders of freedom all over the world to stop this massacre..

What’s happening in Egypt now is a crime against humanity,
Please Show your solidarity and Support….

April 6 Youth Movement
Egyptian Resistance Movement

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 303 volte, 1 oggi)