TERAMO – Trecento euro per la restituzione del motorino rubato. Questa la somma richiesta da un cinquantenne rom al legittimo proprietario del mezzo, che però non si è lasciato intimorire e ha denunciato alla Polizia sia il furto che il ricatto subito.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno così organizzato l’appuntamento per la restituzione del ciclomotore, fissato per martedì pomeriggio in un giardino pubblico di Teramo. Puntuale si è presentato Armando Ciarelli, rom teramano, con il ciclomotore pronto per la restituzione. Gli agenti seguivano la scena da lontano e nel momento in cui l’uomo ha incassato la somma dal proprietario del mezzo sono intervenuti arrestandolo. E’ stato rinchiuso nel carcere di Castrogno con l’accusa di estorsione, ed è stato anche denunciato per ricettazione, dato che il ciclomotore risultava rubato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 146 volte, 1 oggi)