MONTEPRANDONE – Dopo San Benedetto, anche Monteprandone adotta le misure per limitare la concentrazione da polveri sottili, come stabilito in base alla delibera regionale numero 1755, del 6 dicembre 2010. Rientrando nella fascia A, quella più a rischio inquinamento, il Comune ha approvato un’ordinanza sindacale che stabilisce il divieto temporaneo di circolazione per alcune categorie di veicoli: automobili Diesel pre Euro, Euro 1 e Euro 2 senza filtro antiparticolato, veicoli commerciali leggeri e pesanti diesel pre Euro ed Euro 1 e 2 senza filtro antiparticolato, bus urbani ed extraurbani diesel pre Euro, Euro 1 ed Euro 2 senza filtro antiparticolato, motocicli maggiori di 50 cm cubi di cilindrata pre Euro. Sono previste eccezioni per i taxi, i veicoli sanitari e di soccorso, per il trasporto pubblico e il trasporto dei disabili, i veicoli delle Forze di Polizia o delle Forze Armate.

Il blocco interessa il tratto di via Salaria compreso tra l’intersezione con via San Giacomo fino all’intersezione con via del Lavoro (contrada Sant’Anna), oltre alle zone limitrofe del centro di Centobuchi, ossia via Benedetto Croce, vicolo dei Tigli, via 2 Giugno, via I° Maggio, via Della Liberazione, via 24 Maggio. Il limite è valido dal lunedì al venerdì, dal 31 gennaio fino al 31 marzo, e riguarda le fasce orarie tra le ore 8:30 e le ore 12 e tra le ore 14:30 e le ore 18.

Per leggere l’ordinanza sindacale clicca qui.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 617 volte, 1 oggi)