ANCONA – E intanto Dustin Hoffman non sbaglia uno spot. Parafrasando una vecchia canzone di Luca Carboni, spieghiamo che l’attore americano sta per rinnovare il contratto che lo lega alla Regione Marche per lo sfruttamento dei diritti di immagine per l’Italia, l’Europa e gli Stati Uniti.

Lo conferma il presidente della Regione Marche Gianmario Spacca: “Un impegno forte che sottolinea la continuità di una strategia finanziaria molto consistente e di una linea di comunicazione altrettanto intensa ed articolata che impegnerà fortemente il bilancio della Regione in un momento molto difficile, indicando una precisa priorità: lo sviluppo dell’offerta turistica. La Regione rilancia decisamente su Marche, le scoprirai all’infinito e sulla figura dell’attore americano”.

“Lo slogan Marche, le scoprirai all’infinito – continua – si è dimostrato vincente: aver impiegato quale testimonial Dustin Hoffman, accolto all’inizio con infinite polemiche anche da coloro che oggi se ne fanno paladini, ha avuto risultati straordinariamente positivi, come testimoniano cifre e dati. L’offerta turistica delle Marche continuerà a basarsi su questa linea strategica che non è stata mai in discussione. A testimoniarlo, il fatto che siamo ormai alla conclusione della lunga trattativa con Dustin Hoffman per il rinnovo della concessione dei diritti per l’Italia, l’America e l’Europa, non solo per la riconferma dello spot, ma addirittura per arricchire la campagna promozionale con una serie di scatti fotografici in cui l’attore americano ha accettato di legare la propria immagine ai prodotti della nostra terra. E’ compito dell’assessore al Turismo sviluppare progetti ed eventi che integrino questa linea strategica, valorizzando le specificità dei singoli territori in sintonia con i rappresentati degli enti locali. È quello che l’assessore Moroder sta facendo, mi auguro trovando una stretta sintonia con gli enti locali superando polemiche di cui le Marche, come il nostro Paese, non hanno bisogno in questo momento”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 337 volte, 1 oggi)