TERAMO – La Provincia di Teramo incontra i sindacati per mettere a punto una linea comune in vista delle prossime scadenze che interesseranno il gruppo Atr, attualmente in amministrazione straordinaria.

All’esito del bando di vendita, infatti, sono pervenute offerte di acquisto – alcune aventi per oggetto l’intero gruppo ed altre che riguardano esclusivamente un ramo d’azienda – che attendono ancora di essere valutate per effettuare l’aggiudicazione.

Sul futuro del polo di Colonnella, inoltre, è prevista una riunione presso il Ministero dello Sviluppo Economico che si terrà nelle prossime settimane.

Dall’incontro odierno è emersa la forte preoccupazione dei sindacati, i quali temono per i riflessi che la situazione, ancora da definire, potrà avere sui lavoratori e, quindi, auspicano che nelle more dell’aggiudicazione si tenga conto dell’esigenza di salvaguardare i livelli occupazionali e le prospettive di rilancio del polo del carbonio in Val Vibrata.

Si è valutata inoltre l’esigenza di approfondire la questione degli ammortizzatori sociali nella fase di accompagnamento dei lavoratori.

“La riunione – ha dichiarato il presidente Valter Catarra – è stata molto utile per prepararci al tavolo ministeriale che si terrà prossimamente. La linea dei sindacati, che noi sposiamo integralmente e per la quale ci siamo sempre battuti, è quella di lavorare affinchè un’azienda solida rilevi l’Atr offrendo ampie garanzie di investimenti e di occupazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)