ASCOLI PICENO – Approvato il progetto esecutivo per l’allargamento del ponte ferroviario sul fiume Tronto, a Porto d’Ascoli.
“Il progetto – ha detto l’assessore regionale Antonio Canzian, che è anche presidente dell’Autorità di Bacino del Tronto – è stato elaborato dalla Provincia di Ascoli Piceno sulla base dei fondi messi a disposizione della stessa Autorità di bacino, per un importo di circa 4,9 milioni di euro, ha la finalità di garantire il deflusso delle piene del Tronto in corrispondenza dell’attraversamento ferroviario posto in prossimità della foce”.

Assicura Canzian: “Con la realizzazione dei lavori sul ponte ferroviario, sarà quindi possibile completare il programma organico di messa in sicurezza del tratto terminale del fiume Tronto. L’intervento prevede il nuovo ponte stradale sulla strada statale Adriatica, attualmente in fase di ultimazione, necessario prioritariamente per allargare la sezione di deflusso del fiume, ma pensato anche per garantire maggiore funzionalità e sicurezza stradale alla viabilità esistente attraverso un marciapiede a uso pedonale e uno a uso ciclabile. Per i lavori sono stati messi a disposizione 9,3 milioni di euro”.

“Altro intervento – ha concluso l’assessore – è la sistemazione idraulica con la delocalizzazione di attività esistenti che, attraverso l’accordo raggiunto con le ditte da trasferire per l’allargamento del fiume, rappresenta uno dei pochi casi a livello nazionale di delocalizzazione finalizzati alla sicurezza dei cittadini e delle attività economiche dal rischio di eventuali alluvioni. Per questo i fondi disponibili ammontano a 2,4 milioni di euro”. Alla fine della riunione Canzian, insieme ai componenti del Comitato istituzionale dell’Autorità di Bacino, si è recato nel cantiere del nuovo ponte stradale dove, nell’incontrare le ditte esecutrici, i progettisti e la direzione lavori, ha potuto constatare lo stato dei lavori la cui fine è prevista per i prossimi mesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 213 volte, 1 oggi)