ASCOLI PICENO – Sede nuova vita nuova, direbbe un vecchio motto riadattato. In realtà quello che spera il consiglio di amministrazione dell’istituto musicale Gaspare Spontini, è che “il centro storico di Ascoli torni ad essere quel fulcro culturale che un tempo è stato”. Si inaugurerà sabato 29 gennaio la nuova, bellissima sede dello storico istituto, impiantata nello stabile di Palazzo Pacifici,  rinominato dall’assessore alla Cultura Davide Aliberti “palazzo della musica“.

“Un recupero iniziato circa dodici anni fa – dichiara il sindaco di Ascoli Guido Castelli – dalla precedente amministrazione Celani, e costato alla comunità circa due milioni di euro”. “Ottime finiture, mosaici e infissi di pregio, sono stati scelti appositamente per dare alla struttura il lustro che merita” – aggiunge il presidente della provincia Piero Celani – nella speranza che intorno ad essa tornino a gravitare i duecento studenti che la scuola può ospitare, valore aggiunto economico per tutta la cittadinanza”.

Un edificio di tre piani, circa trenta aule didattiche e un giardino (in fase di recupero) che ospiterà sessioni estive di spettacoli, un programma di lezioni didattiche per ogni esigenza , con un’importante novità: la convenzione con il Conservatorio Statale di  Musica Gioacchino Rossini che permetterà agli studenti di seguire gli stessi piani di studio dell’istituto pesarese, valutati dai medesimi docenti di commissione e “si spera – continua il sindaco – che col tempo si possa creare un distaccamento autonomo”.

La scuola vanta un direttivo e un corpo docenti d’eccellenza, capitanato dal maestro Nazzareno Allevi, (padre del noto pianista Giovanni), che ha tenuto a sottolineare come l’operato e il valore artistico dell’istituto Spontini sia rimasto nell’ombra, a causa del “lavoro lungo e faticoso svolto durante gli anni di studio, per cui i risultati non sono immediati e le soddisfazioni non sono fruibili nell’immediato, ma che sicuramente ripagano a lungo termine i sacrifici svolti”.

Intanto il 27 gennaio alle ore 18 presso l’istituto si è tenuto un concerto per la “Giornata della memoria“, in attesa dei tre  grandi eventi previsti per la stagione sinfonica 2011: il prossimo 4 febbraio gli studenti, gli allievi koreani ospiti dell’istituto e gli insegnanti terranno un concerto in memoria del tenore Galiè, mentre il prossimo 11 marzo grazie ad una sinergia fra Form Marche e Sinfonica Abruzzese si terrà un concerto in onore di Chopin. Per venerdì 1 aprile invece, si attende con ansia il Trio di Parma, reduce dal Festiva Giuseppe Verdi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 236 volte, 1 oggi)