MARTINSICURO – “Nell’intervista al quotidiano locale non ho mai fatto riferimento e tantomeno ho mai pensato al gruppo di Fronte Tronto”: il presidente del Martinsicuro Vincenzo D’Angelo chiarisce la sua posizione in merito all’appellativo “pseudo-tifosi” che aveva utilizzato in riferimento al lancio della bomba carta al Comunale durante l’incontro dei biancazzurri con l’Alba Adriatica. Un termine che non era piaciuto ai sostenitori della squadra locale, che hanno preso le distanze sia dall’episodio violento verificatosi in campo sia dalle parole del presidente.

“Ringrazio i tifosi della squadra – prosegue D’Angelo – compresi quelli del Fronte Tronto, per la correttezza e maturità che hanno dimostrato nell’incontro con l’Alba Adriatica. Per questo motivo – conclude la nota – invito tutti i sostenitori del Martinsicuro a stare vicino alla squadra e a supportarla sia in trasferta che in casa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)