MARTINSICURO – Niente sfilata di Carnevale quest’anno a Martinsicuro. La notizia, che già da qualche tempo aleggiava nell’aria, è stata confermata dal presidente della Martincarnaval Giovanni Corsi, il quale però non ha spiegato le motivazioni della cancellazione dell’evento che da oltre dieci anni era diventato una tradizione consolidata e apprezzata. Niente carri quindi a Carnevale, né sfilate, cortei, musica e divertimento nelle due date solitamente previste a Martinsicuro e Villa Rosa. Una decisione che si ripercuoterà anche sul calendario delle manifestazioni estive, che sarà privo di una delle attrazioni di punta della stagione truentina, con migliaia di turisti che nelle passate edizioni hanno affollato il lungomare per assistere alla passerella di maschere e creazioni di cartapesta.

Alla base della rinuncia al Carnevale truentino pare che ci siano problemi economici, con i fondi troppo esigui per permettere l’allestimento dei carri allegorici. Una situazione che già negli scorsi anni si era presentata, ma alla quale la Martincarnaval e i volontari dell’associazione erano comunque riusciti a fare fronte, portando puntualmente e sfilate in città. Non altrettanto invece sarà quest’anno, visto che la penuria di fondi si sarebbe dimostrata più incisiva e avrebbe quindi sancito la rinuncia alla manifestazione. Da tempo comunque si era intuito che qualcosa non andava per il verso giusto, visto che i capannoni dove di solito in questo periodo si lavora per l’allestimento dei carri sono rimasti stranamente vuoti. Anche l’amministrazione comunale finora non ha ancora emanato l’annuale delibera propedeutica all’organizzazione delle due sfilate a Martinsicuro e Villa Rosa.

La notizia dunque, che già circolava in via ufficiosa in città, è stata confermata ieri dalla stessa associazione Martincarnaval, ma il presidente Corsi si riserva di spiegare le motivazioni che hanno portato a tale decisione nel corso di una conferenza stampa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.161 volte, 1 oggi)