SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Delfino, movimento cittadino capeggiato da Simeone Zappasodi, torna a pungere il sindaco Giovanni Gaspari: “Il 9 novembre scorso presentammo una richiesta al sindaco con la quale chiedevamo la riapertura dei bagni pubblici di via Pasqualetti dopo che la precedente amministrazione Perazzoli spese circa 80 milioni delle vecchie lire per la loro ristrutturazione”.

Una richiesta che tuttavia, a detta del Movimento per le Politiche Sociali, è rimasta senza risposta e che spinge oggi il Delfino ad effettuare una sottoscrizione popolare, “compresi i commercianti che occupano gli spazi vicini per il mercato bisettimanale, al fine di procedere alla riapertura dei suddetti servizi, attualmente non utilizzati e in stato di abbandoni”.

Inoltre Zappasodi si domanda come mai l’impianto di videosorveglianza dell’intera pineta sia tutt’ora non funzionante: “E poi non è dato sapere come verrà utilizzata la villetta al numero 4/A 4/B  di Viale  delle  Palme, se a scopo turistico o di rimessaggio attrezzi per i giardinieri. Come sempre attendiamo la risposta del primo cittadino, onde evitare che sia Striscia la Notizia a chiedergli conto di quanto sopra”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)