GIULIANOVA – “Un servizio di assistenza, gratuito, a tutti i soggetti deboli della società”, questo il senso del progetto Sos Diritti del Partito Socialista Italiano, secondo il suo responsabile nazionale Claudia Bastianelli, che è intervenuta alla presentazione del progetto a Giulianova. La Bastianelli aggiunge anche: “Questa iniziativa nasce dal bisogno di vedere una sinistra propositiva, caratterizzata dalle idee e dal fare, che sia accanto alle persone più deboli, e che tuteli le donne, i minori, i malati, gli immigrati e tutte le categorie fragili”.

Nel motivare la scelta di questo progetto, Massimo Carugno, segretario regionale del Psi,dice che “il paese è agli sgoccioli e questa classe dirigente di regime sta aumentando la distanza tra politica e cittadini. Noi vogliamo riavvicinarli e trovare soluzioni per la gente ed i suoi problemi: siamo pronti ad attuare una svolta”. Per Francesco Virgilii, segretario provinciale del partito e responsabile di Sos Diritti nel teramano, “in questo puttanaio in cui è scaduta la politica, sono pochi i partiti che si dedicano alla base, alla gente, in un momento in cui è difficile anche difendere i propri diritti minimi. Questa iniziativa, quindi, è sì un progetto per i deboli, ma anche un messaggio di vicinanza ed impegno del Psi verso i nuovi bisogni della società”.
A Sos Diritti hanno aderito alcuni professionisti del teramano che offriranno consulenze gratuite in vari campi, come avvocati (rappresentati nella conferenza stampa da Giovanni Macè) medici (per i quali era presente l’assessore di Roseto del Pd Antonio Porrini) commercialisti, psicologi, sociologi e altre figure. Gli sportelli aperti in provincia per ora sono tre, uno a Teramo e due a Giulianova, mentre per mettersi in contatto con le figure professionali è stato attivato il sito internet www.sos-diritti.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)