Ingredienti per 4 persone
4 orate
4 foglie di alloro
4 spicchi di aglio
½ cipolla bianca
10 pomodorino pachino
10 patate
1 limone
Olive verdi
Prezzemolo
Vino bianco secco
Pan grattato
Sale, pepe nero, olio

Eviscerate le orate (o chiedete al vostro pescivendolo di farlo) e deliscatele. Accendete il forno a 180°. Pulite le patate e mettetele sbollentatele per 10 minuti in acqua salata. Farcite la pancia delle orate con un rametto di prezzemolo, uno spicchio di aglio in camicia e una piccola fettina di limone. Versate in un pirofila un cucchiaio di olio e disponete sul fondo la cipolla tagliata a velo, i pomodorini e le olive. Unite i pesci e irrorate il tutto con un bicchiere di vino bianco. Aggiungete le patate sbollentate e conditele con un filo d’olio. Salate e pepate, spolverate con il pan grattato e in fine posizionate una foglia d’alloro sopra ogni pesce. Infornate a 180° per 20 minuti. Per verificare il giusto grado di cottura del pesce basta provare a togliere la pelle con una forchetta. Se viene via facilmente, le orate sono pronte. Spinate il pesce e servite la carne irrorandola con il fondo di cottura e i contorni.

Il bicchiere giusto
Un Verdicchio dei Castelli di Jesi è l’abbinamento perfetto per questo pesce al forno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.988 volte, 1 oggi)