SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella giornata di martedì i Carabinieri del locale comando hanno tratto in arresto presso il centro commerciale “La Fontana” D.T.O. un 31enne polacco per rapina impropria.

L’uomo era riuscito a forzare la serratura della vetrina dei profumi e ad asportare un prodotto dal costo di circa duecento euro. Poi si era diretto verso l’uscita riuscendo anche qui ad eludere il rilevatore antitaccheggio grazie ad un ingegnoso sistema da lui stesso realizzato che consisteva in una scatola foderata all’interno di carta stagnola che teneva nascosta nel cappotto.

A questo punto quando pensava di averla fatta franca un commerciante, titolare di un negozio di ottica, che si trovava proprio in quel momento all’interno del centro, riconosce in lui l’autore di un furto tentato ai suoi danni e, messosi sulle sue tracce, lo ferma fuori dal complesso.

A questo punto il polacco ingaggia una colluttazione, per altro senza gravi conseguenze per entrambi, ma aggrava la sua situazione penale che da “furto” diventa “rapina impropria” per l’uso della forza nel difendere il maltolto. Dopo essere stato arrestato dagli agenti dell’Arma il soggetto, con diversi precedenti specifici e senza fissa dimora, è stato rinchiuso nel carcere di Marino del Tronto a disposizione del magistrato di turno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 516 volte, 1 oggi)