SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 22 dicembre scorso c’è una rosa di nove nomi per il nuovo Primario del reparto di Chirurgia, vacante da nove mesi. Da un mese, inoltre, da quei nove nomi devono uscirne 3 o 4 per l’ulteriore selezione dell’agognato nome. E invece niente, non ci si mette d’accordo. Il segretario della Cgil Funzione Pubblica, Francesco Neroni, denuncia con sdegno: “Scandalosa situazione, mancano alcune settimane al primo anniversario da quando il Dottor Morsiani ha lasciato la guida del reparto di Chirurgia generale. Non un servizio qualsiasi di secondo piano, ma uno dei più importanti reparti di un ospedale, alla faccia dell’efficienza dell’Azienda Unica Regionale”.

Neroni sostiene che la lentezza dell’avvicendamento renderebbe l’azienda sanitaria pubblica non in grado di competere con la sanità privata

“I ritardi dell’Asur, della direzione e della Commissione (che non è stata in grado di comunicare la terna) sono incomprensibili e fanno presagire il peggio, se cominciano a circolare notizie di un possibile slittamento della nomina a dopo le elezioni. Una situazione inconcepibile che, tra l’altro, si accompagna alla vacanza di altri importanti posti di primari, che sta mettendo in seria difficoltà tutta la struttura sanitaria, ad esclusivo vantaggio della sanità privata”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 282 volte, 1 oggi)