ASCOLI PICENO – C’era da aspettarselo: dalla Questura di Ascoli è giunta l’ordinanza con la quale si sospende la licenza per 15 giorni al bar Caffè del Borgo di Castignano per i gravi fatti di disordine pubblico accaduti nella notte tra domenica e lunedì dove una volante dei Carabinieri, chiamata sul posto per gli schiamazzi e lanci di bottiglie di birra, veniva aggredita da un numero rilevante di avventori, tutti in evidente stato di ubriachezza. Ne è scaturito un vero e proprio parapiglia dove gli agenti sono stati fatti oggetti di spinte, provocazioni, e danneggiamenti alla macchina della pattuglia. A questo punto gli uomini delle forze dell’ordine hanno dovuto chiamare rinforzi. Alla vista dell’arrivo di altre volanti molti dei presenti si sono dati alla fuga non prima di aver asportato entrambi le targhe dell’auto militare.
Alla fine si è riusciti a sedare l’aggressione alle Forze dell’Ordine con lanci di bottiglie e bicchieri. A farne le spese è stato L.P un 41enne, tra i maggiori responsabile dell’aggressione, che è stato arrestato e portato alle carceri di Marino del Tronto dove si trova tutt’ora rinchiuso in attesa di giudizio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 735 volte, 1 oggi)