MARTINSICURO – Trovare una soluzione che metta d’accordo Comune e proprietà del Centro Affari Il Grillo. Pur avendo il Tar rigettato la richiesta di risarcimento danni di 17 milioni di euro chiesta dal privato al Comune, è però anche necessario che, per giungere alla conclusione dell’annosa vicenda, le parti debbano raggiungere un qualche accordo, tenendo in considerazione i cospicui investimenti privati che sono stati effettuati nel complesso commerciale.

A tal proposito il gruppo di Futuro e Libertà tende una mano all’amministrazione Di Salvatore, mostrandosi totalmente disponibile a collaborare con tutte le altre forze politiche per trovare una soluzione. “Da tempi non sospetti – sostengono i consiglieri di minoranza – avevamo invitato gli amministratori alla trattativa con la proprietà del titolo edilizio: non si può demolire visto che le colpe sembrano essere da ambedue le parti. Se si arrivasse allo scontro giudiziario non ci sarà il risarcimento, ma quale imprenditore si avventurerà più ad investire nel nostro territorio? L’amministrazione può trarre vantaggi da questa mediazione soprattutto in un periodo in cui le risorse economiche sono sempre più scarne. Un accordo potrebbe risolvere il problema della manutenzione in diversi siti cittadini che sono al collasso oppure perche non pensare alla ristrutturazione del vecchio cinema Ambra di piazza Cavour?”. In sostanza Fli sarebbe favorevole ad una trattativa in cui il Comune riuscisse a beneficiare di  eventuali contropartite che il privato potrebbe rilasciare al municipio truentino qualora la parte in eccesso, ancora non agibile, potesse essere resa fruibile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 197 volte, 1 oggi)