ALBA ADRIATICA – Dagli arresti domiciliari al carcere di Castrogno per aver continuato a molestare la sua vittima su Facebook. I Carabinieri del Nucleo Operativo di Alba Adriatica su ordine del gip Guendalina Buccella del Tribunale di Teramo (pm Laura Colica) hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Enrico Andrenacci, 33enne podologo di Alba Adriatica, già ai domiciliari dallo scorso mese di novembre con l’accusa di stalking nei confronti di una 25enne di cui si era invaghito e che aveva continuato a contattare con ripetute telefonate, sms, pedinamenti e anche con messaggi su Facebbok. E proprio attraverso il noto social network il podologo, nonostante si trovasse ai domiciliari, avrebbe continuato a mandare messaggi non solo nei confronti della ragazza, ma anche lanciando pesanti invettive verso Carabinieri e magistratura che aveva emesso i provvedimenti restrittivi nei suoi confronti. Da qui la decisione del Tribunale di Teramo di disporre l’arresto dell’uomo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 410 volte, 1 oggi)