OFFIDA – “Il Turismo – dichiara il sindaco di Offida, Valerio Lucciarini – rappresenta un comparto economico di fondamentale importanza per la nostra cittadina. Le azioni messe in campo negli ultimi anni provano l’impegno e la determinazione con cui stiamo lavorando grazie anche al lavoro della Cooperativa Oikos.”

Lucciarini può dirlo visto che le percentuali di crescita che fornisce rispetto agli anni precedenti sono evidenti e rendono il giusto merito all’Amministrazione Comunale e all’Oikos, cooperativa che ha la gestione delle strutture museali.

Ecco i numeri: ben 12 mila visitatori presenti nel 2010 nella chiesa di Santa Maria della Rocca, tra i più suggestivi beni artistici delle Marche, più dell’11% rispetto al 2009.

In aumento costante ed in percentuale ancora maggiore, pari al 12%, anche le visite allo splendido Teatro Serpente Aureo che nell’anno appena trascorso ha contato oltre tre mila presenze.

Dati confortanti anche dal Polo Museale che nel 2010 con oltre mille e settecento visitatori ha confermato la notevole crescita addirittura con un 18% delle presenze rispetto al 2008 che testimoniano come la cultura, le tradizioni e la valorizzazione delle proprie eccellenze siano le migliori armi per attrarre il turista.

Commenta l’assessore al Turismo, Piero Antimiani: “I dati nelle strutture museali testimoniano come il turismo di qualità possa rappresentare un’opportunità importante per uscire dalla innegabile situazione di difficoltà economica che affligge l’intero territorio nazionale. Le nostre bellezze artistiche, monumentali e paesaggistiche sono un tesoro inestimabile che noi abbiamo il dovere e l’onore di tutelare e valorizzare”

Prime soddisfazioni anche per il nuovo presidente della cooperativa Oikos Mario Sergiacomi: “Posso sin d’ora dire che se i dati del 2010 sono positivi i primi responsi del 2011 sono molto incoraggianti soprattutto per quanto riguarda le visite a Santa Maria della Rocca”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 335 volte, 1 oggi)