CUPRA MARITTIMA – La trentunesima edizione dell’“InvernoTeatrale Cuprense” è stata presentata lunedì 17 gennaio.
“Si prospetta ricca ed articolata la stagione che inizierà con ben otto spettacoli teatrali”, annuncia l’assessore alla cultura Luciano Bruni che ha illustrato il programma teatrale con inizio il ventuno gennaio presso il Cinema Teatro Margherita e che proseguirà tutti i venerdì per otto settimane con inizio alle ore 21.15.
Alla vigilia dell’inizio di questo evento la perdita di Severino Trionfante tra la notte del 16/17 gennaio, segna profondamente la sua trentunesima apertura. Presidente della compagnia teatrale “Liberi Teatranti”, nacque a Napoli 62 anni fa, cuprense d’adozione, ha dedicato la vita al teatro, fu innovativo nelle mansioni teatrali e ideatore della recente manifestazione “Cupra Teatro d’Estate”.
Lo ricordano gli amici di viaggio, alcuni presenti in sala, che con lui hanno iniziato e condiviso la bella avventura teatrale: Umberto Gian Domenico, Franco Regi, Emilio Lanciotti, Vincenzo Diomede, Primo Ricci, Mariano Mora, Angela Cesarini, Graziano Cognigni assessore ai lavori pubblici e Adriano De Carolis, tutti facenti parte dell’organico “Liberi Teatranti”.
“Si parla di crisi, dei tagli subiti dalla cultura, ma per fortuna ci sono persone che credendo in quello che fanno portano avanti il discorso con la dignità e lo spirito di sacrificio di sempre, persone all’ombra, ma indispensabili”, sono le parole del Sindaco Domenico D’Annibali, anche lui con un passato nel gruppo teatrale.
“Inizia a Cupra, intorno agli anni Ottanta”, spiega Franco Regi, “un gruppo di appassionati che si aggrega, creando luogo di cultura, di divertimento, ma anche di socializzazione: in un’epoca in cui si faticava a costruire momenti di incontro fra le persone. Oggi, l’opera svoltasi con molto sacrificio, per il teatro cuprense rimane dunque uno dei fiori all’occhiello del paese in cui tutto questo si rende ancora possibile”.
Il cartellone di questa stagione sorprende sia per la varietà delle proposte, tutte di alto livello, sia per la qualità delle compagnie, tutte della zona, che saranno impegnate in veri e propri momenti di bella cultura.
Un arcobaleno di principi, di valori, sensazioni e buonumore, che forse solo il teatro sa raccontare con grande forza espressiva utilizzando tracce comiche, drammatiche, dialettali.
L’acquisto dei biglietti si può effettuare presso la tabaccheria “Massarenti Manuela” di Cupra.
L’ingresso è di otto euro. Il biglietto ridotto (fino a quattordici anni e oltre i sessantacinque annidi età) è di sei euro. Abbonamento intero cinquanta euro, ridotto quaranta.
L’amministrazione comunale intende valorizzare il ruolo del teatro inteso come parte del programma culturale della vita del paese sostenendo in parallelo la partenza di un altro progetto, “Naturacultura”.
Infatti nasce l’esigenza di aprire Cupra a nuovi percorsi di crescita culturale specie nei periodi dove si ferma l’attività turistica, al fine di una integrazione e cooperazione delle diverse realtà facendo rivivere e vitalizzando il paese.
Gli incontri si terranno presso il noto luogo votato all’arte figurativa, la Galleria Marconi di Franco Marconi e si suddivideranno in tre collettive e nelle date del ventitré gennaio, ventisette febbraio e tre aprile. Sarà un invito a riflettere sul futuro della nostra specie e del mondo con la mostra di lavori fatti da autori locali.
“Solitamente uno spazio privato diviene pubblico, con Franco avviene il contrario”, puntualizza l’assessore Luciano Bruni.
Ecco il programma: venerdì 21 gennaio “Il diavolo con le zinne” della Compagnia “I Picari” di Macerata; venerdì 28 gennaio “Il grande momento” del “Gruppo teatrale di Pedaso”; venerdì 4 febbraio “Lo Petrojo” della “Filodrammatica dialettale Firmum” di Fermo; venerdì 11 febbraio “Don cosciotto della Marka” della compagnia “Il carro di Tespi”; venerdì 18 febbraio “Altri maneggi (‘na famije quasce normale) della compagnia “La lanterna di Diogene” di Martinsicuro; venerdì 25 febbraio “La Pegne” della compagnia “La Ribalta Picena” di San Benedetto del Tronto; venerdì 4 marzo “Sogno di una notte di mezza estate” della compagnia “Gli Aironi” di Cupra; venerdì 11 marzo musical “Che bambola!”, del “Teatro delle foglie” di Ascoli Piceno. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15. Il costo del biglietto è di 8 euro, i bambini fino a 14 anni e gli anziani oltre i 65 anni pagheranno invece 6 euro. Per prenotazioni ed abbonamenti è possibile contattare direttamente la tabaccheria “Massarenti Manuela” in Piazza della Libertà” allo 0735.777350.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 253 volte, 1 oggi)