OFFIDA – Offida In teatro 2011. Riparte il contenitore centrale di tutte le attività culturali offidane al teatro Serpente Aureo.

“Nonostante la crisi, abbiamo tentato di promuovere ulteriormente queste iniziative” esordisce l’assessore alla Cultura, Giampietro Casagrande, prima di elencare i vari eventi.

Novità assoluta di quest’anno sarà il Cover Festival, una mini rassegna, dedicata alle tribute band italiani, che omaggiano storici gruppi musicali. Si Comincia il 21 gennaio alle 21 con il Concerto U2 Zen Garden, a seguire il 12 febbraio con il Tributo a Peter Gabriel e il 9 aprile con il Concerto Abba Show.

Come tutti gli anni, largo spazio sarà dato agli spettacoli teatrali, a partire dal 29 gennaio con “Lo spirito allegro” della Compagnia Teatralia, un gruppo grottammarese, che vanta quasi duemila repliche. Sarà poi la volta di un’opera liberamente ispirata al grande film “Il circo” di Charlie Chaplin, “Cirkus” opera della Compagnia Articolate che andrà in scena il 4 febbraio con la coreografia di Arianna Ciucci, ginnasta maceratese vincitrice di una medaglia d’oro nei campionati del mondo. Il 6 febbraio, per la stagione di Teatro per i ragazzi, andrà in scena “Peter Pan”.

Di particolare interesse sarà “L’Orchestra” dell’Associazione Serpiria, se non altro perchè il 19 febbraio il palcoscenico sarà calcato solo da donne.

Dopo la pausa per il carnevale, molto sentito a Offida, quando il Serpente Aureo ospiterà i classici “Veglionissimi” e “La notte delle M’rette”, il sipario si rialzerà sullo spettacolo teatrale in dialetto umbro-marchigiano,“La Casa degli Angeli”, della Compagnia Peranna, il 2 aprile. Mentre il 16 aprile il regista del Teatro C.a.s.t, Alessandro Marinelli, porterà in scena “La favola del figlio cambiato”.

Sarà poi la volta della commedia “‘Rdiavolo Rveste Ada” della compagnia I Dilettanti, prevista per il 7 maggio. Ultimo spettacolo teatrale, molto importante per l’assessore Casagrande, sarà “Don Cosciotto della Marka” della compagnia Il Carro di Tespi: una rivisitazione regionale del capolavoro di Cervantes. L’ultimo appuntamento della rassegna è destinato agli allievi dell’Istituto musicale Sieber, che si esibiranno in un saggio sabato 28 maggio

“Un cartellone che non mortifica – commenta il sindaco di Offida, Valerio Lucciarini – anzi, valorizza il segmento culturale a cui teniamo molto. A causa degli tagli ai Comuni, si è ridotta la quantità degli spettacoli, ma la qualità è rimasta immutata. Questo anche grazie ai soldi provenienti dai privati che coprono l’80% della spesa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)