SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cambiare pagina. Provarci. Dopo la pesante (pur se immeritata) sconfitta con il Fossombrone e una classifica mai immaginata, la doppia strigliata di Spina (domenica sera a colloquio con mister Boccolini, ieri con l’intera squadra) dovrebbe servire almeno a tornare alla vittoria e traghettare lontano questo pessimo inizio di 2011.

Ma l’attenzione è posta sempre lì: la difesa scricchiola. Sono bastate delle semplici puntate offensive del Fossombrone, terz’ultimo in classifica, per far sbandare il reparto: un palo su una dormita del terzino De Nigris nel primo tempo, un intervento a rischio rigore di Mengo sempre nei primi 45 minuti, un altro errore di Mengo nella ripresa con provvidenziale uscita di Turbacci, una clamorosa dormita collettiva al 93′ con responsabilità da dividere tra Porpora, Mengo, Moscarino e Turbacci per dare la vittoria agli ospiti.

Come ripetuto durante la nostra trasmissione YouSamb di lunedì (vedi qui la differita) forse sarebbe il caso di modificare del tutto la situazione, dato che sono fino ad ora stati cambiati allenatori (tre), giocatori (7 su 11 rispetto ad inizio campionato).

Sarebbe il caso di schierare Chessari in porta e Cuccù a centrocampo, restituendo un reparto mediano a tre (due tra Rulli, De Rosa e Salvagno più il giovanissimo rossoblu), sperando che là davanti Di Vicino e D’Angelo continuino a giocare a questi livelli e che Covelli trovi la via del gol.

Se andrà male, almeno si è provato a cambiare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 711 volte, 1 oggi)