ASCOLI PICENO – C’erano perfino dei piccoli acquari con i pesci rossi e con le tatarughe ieri pomeriggio, lunedì 17 gennaio,  per il tradizionale appuntamento con la festa di Sant’Antonio Abate protettore degli animali, quest’anno  per la prima volta svoltosi a Piazza del Popolo anzichè in Piazza Ventidio Basso.

C’erano centinaia di persone, ognuna  “accompagnata” dal proprio animale preferito. I più numerosi ovviamente  cani e  gatti, di ogni taglia e razza. Poi conigli, criceti, ma anche asini, cavalli e pony.

Piazza del Popolo insomma si è trasformata in una piccola fattoria, con il contorno sonoro dei  versi di ogni animale. Un momento molto suggestivo, a metà strada tra folklore e tradizione religiosa.

Tra le autorità il sindaco Guido Castelli e il vescovo di Ascoli Silvano Montevecchi, che ha benedetto gli animali presenti e “tutte le creature che popolano la terra, il cielo e i mari”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 280 volte, 1 oggi)