CUPRA MARITTIMA – Una festa ben riuscita. Durante la mattinata di domenica 16 gennaio a Cupra, è stato celebrato Sant’Antonio Abate, protettore degli animali. A partire dalle ore 8 in via Roma è iniziata l’esposizione dei trattori e degli animali da lavoro, caprette, maialini, pecore e galline hanno attirato l’attenzione di grandi e bambini che, incuriositi, sono saliti sui carretti trascinati da due grandi mucche bianche di razza marchigiana e dagli asinelli.

In piazza della Libertà invece i produttori locali hanno esposto e venduto vino, olio, frutta, verdura, piante. Così l’azienda vinicola “Oasi egli Angeli”, le aziende florovivaistiche “Amadio” ed “Eden Piante”, l’agriturismo “La Castelletta”, le aziende produttrici di ortaggi “Mora Egidio” e “Cannelli” hanno partecipato allestendo uno stand con i loro prodotti. Un’occasione dunque per promuovere la filiera corta, la genuinità dei cibi del nostro territorio: dal produttore direttamente al consumatore con la certezza della qualità. Inoltre è stato possibile acquistare il panino con la fettina di manzo e i “Dolci di Sant’Antonio”.

Dopo la messa delle ore 9.30 celebrata presso il Cinema Margherita, il parroco Don Luigino Scarponi e un piccolo corteo preceduti dalla statua di Sant’Antonio, si recato fino in via Roma dove ha benedetto sia gli animali presenti che i mezzi agricoli. Tantissimi i cuprensi, e non solo, che con entusiasmo sono accorsi in mattinata per la benedizione. Durante il pomeriggio poi, sempre al centro del paese, i presenti si sono divertiti grazie ai giochi popolari e alle musiche dei “Pasquellari”. Parte del ricavato sarà donato in beneficenza alla Parrocchia di Cupra. Fondamentale per la riuscita dell’iniziativa è stato il lavoro dei collaboratori dell’associazione “Touristi Ok” come Meri, Angela, Marisa, Palmina, Martina, Matteo, Marisa, Silvia, Jonathan, Valerio, Daniele e Michele.

Grande soddisfazione dunque per gli organizzatori, ovvero per il Comune di Cupra Marittima, in particolare l’assessorato alle attività produttive Alessandro Carosi e l’associazione culturale “Tourist Ok” guidata da Fabio Vagni, che pensano di ripetere la manifestazione anche per il prossimo anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 407 volte, 1 oggi)