SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Poco c’è da commentare da parte dei tifosi rossoblu che vedono passarsi davanti i sogni di una risalita nel calcio che conta.

“Questa Samb è una vergogna!” esclamano unanimi i sambenedettesi al Riviera delle Palme che ha visto, come da copione, una Samb dal doppio volto. I fischi partono già dall’annuncio della formazione quando i tifosi sentono che in porta non ci sarà Chessari, nonostante le più insistenti richieste durante la settimana. Visto la situazione in classifica la Curva Nord si ritira nel silenzio, se non per salutare alcuni ragazzi rientrati dopo le diffide.

La Samb nel primo tempo, seppur con qualche imprecisione ed un po’ di sfortuna, corre, passa, gioca, non molla. Ma là davanti si trova un gran bel portiere e la palla non entra in rete. Il primo tempo si conclude sullo 0-0 e i tifosi decidono di non continuare a cantare.

Al secondo tempo, come da copione, la Samb cambia volto. I tifosi vogliono sapere cosa accade negli spogliatoi durante l’intervallo perché i ragazzi di Mister Boccolini tornano in campo privi di concentrazione e grinta. Tanti, troppi gli errori e tifosi cantano”noi vogliamo vincere”, incitando la Samb a tirare fuori gli attributi ma Mengo e compagni non ci sono proprio con la testa: “Perché giocano con la palla alta se poi non riescono a tenerla?”, si chiede un tifoso.

La Curva Nord ormai si mette l’anima in pace, convinta che la partita si concluda con un pareggio ed, inferocita, incita Spina: “Non li pagare, oh Spina non li pagare!”. A 5 minuti dalla fine i tifosi rossoblu decidono di abbandonare i gradoni e spostarsi nel primo anello, vedere questa Samb ridotta così fa male agli occhi, quanto più al cuore. Ma a tempo scaduto succede l’impensabile: gol del Fossombrone che lascia tutti con gli occhi sgranati. Jacopo, tifoso tornato dopo 4 mesi da Barcellona per vedere la sua Samb che tanto gli era mancata, commenta con le mani sui capelli: ”Ed io che non vedevo l’ora di rivederla. Fanno pena”.

L’arbitro fischia la fine che per i tifosi non è solo della partita, ma della Samb. Il popolo rossoblu non può che prendere atto del fatto che la Samb sta scomparendo di nuovo, e torna il terrore per una, non più impensabile, retrocessione. E Tutto il Riviera applaude i giocatori del Fossombrone perché, al contrario dei nostri, loro ci hanno creduto fino alla fine ed hanno vinto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)