TURBACCI 6: i rinvii con i piedi non sembrano il suo forte, ma compie un paio di uscite e di interventi provvidenziali. Nel finale ci mette del suo, anche se gli si presentano davanti due giocatori avversari senza marcatura.
DE NIGRIS 5,5: poco o scarso appoggio all’azione tambureggiante di D’Angelo, anche qualche errore difensivo.
MOSCARINO 5,5: nelle gare di esordio aveva bene impressionato, a Teramo sembrava un difensore navigato. Ora, invece, è involuto, complice una squadra che, purtroppo, non aiuta.
SALVAGNO 5: idem. Prima di Natale faceva valere la sua esperienza e contavamo davvero su di lui per un salto di qualità. Forse un centrocampo a tre aiutava i mediani nel lavoro di rottura, adesso deve cantare e portare la croce.
PORPORA 5,5: rapido, mette qualche toppa alla difesa rossoblu e si fa valere anche in attacco con alcuni colpi di testa. Si addormenta però sul gol ospite.
MENGO 5: non che l’attacco ospite faccia sfracelli, ma lui commette un paio di errori che potevano essere pagati a caro prezzo. Sfiora il gol, sfortunato.
D’ANGELO 6,5: in pratica non c’è azione che non passa dai suoi piedi, e lo si capisce già dopo un minuto, quando va vicino al gol. Nella ripresa è l’unico a proporsi ma poi viene sostituito, e non lo meritava.
RULLI 6: ha qualche occasione per segnare e poi fa il solito a centrocampo. Però poco di più.
COVELLI 5: inizia bene sulla fascia destra, crea diversi problemi e centra un paio di palloni interessanti. Poi viene spostato al centro e non ne indovina neanche una. Forse ha pagato il mese di inattività dopo la lunga squalifica post-Teramo.
DI VICINO 6: meriterebbe di più, se solo lui o qualche suo compagno riuscisse a trasformare in rete una delle tante occasioni. Ci va vicinissimo con un colpo di testa nel primo tempo e poi nella ripresa scalda più volte i guanti di Sollitto.
DI RITO 5: del tutto assente dalla manovra rossoblu, parte centrale, poi va sulla fascia, poi fa coppia con Covelli. Non riesce però a trovare la stoccata vincente nonostante si giochi sempre nell’area di rigore ospite.
GRIECO 5,5: rileva D’Angelo e non era facile. Ha una grande occasione ma non alza la palla in una conclusione a colpo sicuro, da un metro di distanza.
CALIGIURI 6: dà vivacità al reparto offensivo e anche lui va vicino al gol.
DI GIOACCHINO s.v. Pochi minuti, non giudicabile.

BOCCOLINI 5: disegna una Samb tutta d’attacco, forse troppo. Perservera nella scelta del portiere under e forse la scelta viene pesantemente pagata nel finale. Sbaglia la sostituzione di D’Angelo, perché Grieco poteva sostituire anche lo spento Di Rito, se proprio doveva entrare, non il migliore in campo. Non gliene va bene una, insomma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 927 volte, 1 oggi)