SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovo Piano Portuale, la Fortek Nautica decide di ampliare il proprio cantiere, con la costruzione di un nuovo fabbricato chiamato “Fortek Lab”.

Nello spirito richiesto dal titolare Gianni Fulgenzi, si è cercato di “guardare oltre” il solito cantiere caratterizzato da un freddo tendone in tubolari metallici, accogliendo la sfida progettuale di realizzare un impianto moderno nel design e funzionale nella sua utilizzazione, coniugando architettura, tecnologia e rispetto per l’ ambiente; nello stesso tempo un obiettivo fondamentale è stato quello di abbattere i costi. Un laboratorio, come il nome più che un cantiere.

Il disegno dell’ edificio nasce da un concept scontato quanto difficile da interpretare: un’onda che sbatte contro un parallelepipedo, idealmente la trasposizione di una nave che solca le acque e sfida le onde del mare.

Una sfida raccolta dallo Studio Ars del giovane architetto sambenedettese Romeo Alfonsi e dai suoi collaboratori architetti Roberto Rosati e Stefano Saporiti. Un fabbricato importante, che non sia impermeabile alla vista e che lasci trasparire all’esterno il lavoro delle maestranze sulle unità navali da diporto,scolaresche in gita, turisti e visitatori potranno così osservare lo svolgersi delle varie operazioni.

Le caratteristiche della nuova costruzione sono varie e strettamente collegate tra di loro:

– è un fabbricato costruito con criteri di ecosostenibilità, utilizzando legno lamellare per la copertura e materiali riciclati per gli infissi ed altri elementi strutturali;

– permette l’installazione di pannelli solari sulla copertura in modo da rendere quanto più autonomo possibile il cantiere in termini di consumo energetico;

– è dotato di tetto apribile scorrevole per consentire l’ ingresso di unità navali in modo da evitare l’operazione di disalberamento, in questo modo si abbattono i costi di manutenzione dell’imbarcazione;

– avendo ampie superfici vetrate permette la visibilità delle varie lavorazioni dall’esterno;

– il design del fabbricato è coerente con l’ ambiente circostante, un ambiente portuale caratterizzato da colori sobri ma importanti, da materiali come legno, acciaio, vetro e calcestruzzo, l’architettura del cantiere viene pensata come un luogo dall’aspetto moderno, funzionale ed accogliente per chi lavora al suo interno;

– vuole essere un elemento di innovazione nel modo di intendere la cantieristica navale, nello specifico quella da diporto che per San Benedetto del Tronto sta diventando uno dei settori trainanti dell’economia locale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 978 volte, 1 oggi)