SPINETOLI – Si chiude in bellezza la terza edizione del Criterium “Piceni e Pretuzi Running”, un giro a tappe di gare podistiche tra Ascoli e Teramo, idea nata nel 2008 grazie a Eugenio Novelli della Nuova Podistica Centobuchi e Carlo Franchi dell’Amatori Teramo, con il patrocinio dell’amministrazione provinciale di Ascoli Piceno e del Comune di Teramo.

Sabato 8 gennaio, presso il teatro Gigli di Pagliare del Tronto si è tenuta la cerimonia di premiazione alla presenza di numerose autorità pubbliche locali e nazionali, che hanno distribuito ben 135 premi ad atleti e società partecipanti.

Intervengono anche Ubaldo Sabbatini dell‘Avis Pagliare-Spinetoli, eletto neo-presidente del Comitato “Piceni e Pretuzi Running”, il campione Denis Curzi, specializzato nel fondo e nella maratona e l’atleta Marcella Mancini.

“Promuovere la corsa su strada, incentivare la partecipazione alle gare podistiche nelle province di Ascoli Piceno e Teramo e collaborare con lo stesso spirito di amicizia e fratellanza che legava gli antichi popoli che abitavano i nostri territori“. Questo l’obiettivo della manifestazione, come ricorda Eugenio Novelli.

“Le società saranno come sempre attive anche nel campo della solidarietà, – continua – verranno poi organizzate gare non competitive per tutti, gare dedicate alle mamme, con un occhio sempre rivolto alla promozione della cultura ecosostenibile legata alla corsa”.

Molte le novità dell’edizione 2011. Un nuovo regolamento e un nuovo logo disegnato da Fabio Novelli. Aumenta, inoltre, il numero delle gare, che da 15 passano a 21, e aumentano anche le società affiliate, 15 complessivamente.

Campioni assoluti dell’edizione 2010, per gli uomini, Vincenzo Paternesi Meloni dell’Atletica Monturanese, per le donne Ilaria Mancini dell’Avis Ascoli-Marathon, mentre in cima alla classifica delle società c’è l’Avis Spinetoli-Pagliare.

“Siete arrivati prima della politica ad unire concretamente Marche e Abruzzo – riconosce il presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani – Lo sport, e la corsa in particolare, aiuta a stringere legami, unire le persone e conoscere il territorio. E noi Istituzioni non riusciremmo a farlo senza il mondo del volontariato”.

“E’ importante anche promuovere l’etica dello sport presso i giovani – sottolinea l’assessore allo Sport del Comune di Ascoli Massimiliano Bruni. Il nostro territorio deve fare sistema in un momento drammatico di crisi non solo economica ma anche di valori”.

A questo proposito, il consigliere regionale Giulio Natali fa un appunto alla Regione Marche: “Il Piceno è un territorio massacrato che più di ogni altro sta subendo le conseguenze della crisi economica. Per la Regione Marche le province sembrano essere rimaste quattro, considerando Ascoli e Fermo ancora come un unico aggregato. Questo è un appello che rivolgo ai rappresentanti della Regione qui presenti”.

Erano presenti, l’onorevole David Favia, la vicepresidente del Consiglio regionale Paola Giorgi, l’assessore regionale Antonio Canzian, il consigliere regionale Giulio Natali, il presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani, l’assessore provinciale allo Sport Filippo Olivieri, l’assessore allo Sport del Comune di Ascoli Massimiliano Bruni, il sindaco di Spinetoli Angelo Canala.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 445 volte, 1 oggi)