SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Nella nottata di giovedì 13 gennaio i Carabinieri hanno effettuato due arresti.

Nel primo caso il nucleo radiomobile  verso le ore 2 in via Mercantini, sorprendeva un soggetto che si stava dando da fare con un grimaldello ai danni di alcune macchine parcheggiate.

Senza farsi notare gli agenti sono riusciti a prenderlo in flagrante mentre stava rovistando all’interno di una Fiat Fiorino. Una volta fermato risultava essere O.G. di 40 anni, residente a Grottammare, pluripregiudicato e già noto alle forze dell’ordine.

Addosso gli è stata rinvenuta anche la refurtiva di altre tre o quattro auto quali navigatore satellitare, occhiali, carica batterie, auricolari. Tutti oggetti restituiti successivamente ai leggittimi proprietari.

Per il ladro sono scattate subito le manette con le accuse di :furto aggravato, ricettazione, porto abusivo di oggetti atti ad offendere, detenzione di oggetti atto allo scasso. Sequestrata anche una somma in denaro di 1.250 euro. L’arrestato si trova attualmente rinchiuso nelle carceri di Marino del Tronto in attesa di giudizio.

Nel secondo caso i Carabinieri di Porto d’Ascoli sonno intervenuti in un  bar di Monteprandone situato in via Borgo Mare dove un individuo, in preda ai fumi dell’alcol, aveva iniziato a disturbare gli altri clienti. All’arrivo degli agenti dell’Arma il soggetto, per nulla intomorito, continuava nel suo comportamento proferendo minacce all’indirizzo del proprietario.

Una volta portato al Comando l’individuo risultava essere M.C 42enne pregiudicato residente a Monteprendone. Siccome il suo atteggiamento non cambiava neanche nei confronti degli agenti continuando con le minacce veniva dichiarato in arresto per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di declinare le proprie generalità. L’arrestato si trova attualmente rinchiuso presso il carcere di Marino del Tronto a disposizione delle Autorità Giudiziarie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 439 volte, 1 oggi)