ASCOLI PICENO – Con una nota inviata ai giornali, gli Amici della bicicletta di Ascoli esprimono un parere contrario al progetto di costruzione di nuovi parcheggi per auto interrati, interrogandosi sul motivo di tale decisione del Comune. “Se la strategia è quella di togliere parcheggi a raso per far posto a una concezione dello spazio diversa dal passato, che premi i pedoni e i ciclisti, allora possiamo essere d’accordo. In linea generale però, l’idea di costruire parcheggi è miope.”

Secondo i dati UE riportati dall’associazione, solo in Europa l’inquinamento dell’aria provoca 359.000 morti l’anno, una riduzione dell’aspettativa di vita media di 9 mesi e una spesa sanitaria molto consistente, variabile fra i 450 e i 750 miliardi di euro.

L’adozione di politiche volte al miglioramento della qualità dell’aria e del benessere dei cittadini non può prescindere da un approccio innovativo al tema della mobilità.

I cicloamatori auspicano quindi la diffusione di una visione diversa del futuro, proponendo di impiegare i fondi destinati alla costruzione dei parcheggi per migliorare il trasporto pubblico, promuovere progetti di condivisione dei trasporti privati, come car-pooling e car-sharing, e intraprendere iniziative a favore di pedoni e ciclisti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 150 volte, 1 oggi)