URBINO-GROTTAMMARE 1-2 (1° T. 0-2)

URBINO: Palese, Lucchetti, Luca Uguccioni (60’ Bruscaglia), Santi, Ciccarelli, Piersanti, Manenti, Pierleoni (54’ Antonelli), Petitti, Bertuccioli, Zalla. A disposizione: Vescovi, Garbugli, Cesari, Ciraci, Cecconi. Allenatore: Antonio Ceccarini

GROTTAMMARE: Vaccarini, Oddi (75’Adamoli), Monaco, Chiavaroli, Attorresi, Falà (92), Nardini (64’ Fanesi), Traini, Ludovisi, Oresti, Cataldi (92)-(59’ Allevi 92). A disposizione: Pompei (93), De Angelis, Faraone, Colletta (92). Allenatore: Giuseppe Malloni

Arbitro: Rossetti di Ancona (Fattori e Magagnini di Jesi)

Reti: 6’ Nardini (G), 40’ Traini (G), 79’ Zalla (U).

Espulsi: Giacci dirigente dell’Urbino

Ammoniti: Attorresi, Nardini, Chiavaroli e Adamoli (G), Manenti (U).

Angoli: 4-3.

Recuperi: 1’+6’.

Spettatori: 100 circa.

Curiosità: All’andata al Pirani vinse il Grottammare per 1-0 (all’80’ Ludovisi su rigore). La scorsa stagione al Montefeltro di Urbino si impose la squadra rivierasca per 2-3 (4′Bollettini (G), 23′ e 28′ Ludovisi (G), 55′ Manno, 75′ Giorgini).

URBINO – Prosegue nel migliore dei modi il nuovo anno ed il girone di ritorno del Grottammare che conquista espugnando Urbino la seconda vittoria consecutiva (dopo quella interna di mercoledì contro l’Urbania) nello spazio di 4 giorni e ancora ai danni di una squadra ducale. L’avversario di turno non era certo dei più insidiosi ma certe partite seppur facili sulla carta non vanno mai prese con le molle. E così è stato, contro l’Urbino (rassegnato in classifica ma non ancora sul campo, nelle singole partite) la squadra di Malloni non si è fatta sorprendere, chiudendo la pratica nel primo tempo con le reti di Nardini (al primo centro stagionale) e dell’ormai ritrovato Traini (al quarto centro stagionale, il secondo consecutivo), per poi soffire nella ripresa in cui la compagine locale è riuscita a riaprire il match con Zalla (al primo centro stagionale) ad 11 minuti dal termine .

La cronaca – Dopo pochi secondi, si vedeva capitan Ludovisi (capocannonieredel Grottammare con 10 gol all’attivo) che dal limite dell’area sparava altissimo. Due minuti dopo era ancora il numero nove che provava la deviazione di tacco, ma il pallone arrivava docile tra le braccia del portiere locale Palese.

Al 6’ i biancocelesti passavano in vantaggio: Nardini conquistava palla sulla fascia sinistra, con un dribbling si liberava di Lucchetti e faceva partire un diagonale che non lasciava scampo a Palese : 0-1.
Al 9’ Petitti cercava il pareggio, ma il suo tiro era alto. Al 13’ i rivieraschi andavano vicini al raddoppio con Cataldi, che a tu per tu con Palese si faceva ipnotizzare dal numero uno ducale, il quale non aveva difficoltà a respingere il tiro. Al 21’ ci provava Bertuccioli, ma il suo tiro a botta sicura veniva respinto da Monaco. Al 32’ l’Urbino sfiorava il pari con Manenti, che da posizione centrale mandava a fil di palo. Al 35’ gli uomini di Malloni facevano le prove del raddoppio prima con Falà, il cui diagonale veniva respinto da un difensore, e poi da Ludovisi che dal centro dell’area sparava a botta sicura con Palese che respingeva in tuffo. Al 37’ Traini apriva per l’ispiratissimo Nardini, il quale si involava verso la porta, scartava il portiere ma si allargava troppo e crossava al centro dell’area dove un difensore gialloblu anticipava Cataldi. Al 38’ Traini si divincolava in area ma poi sparava sul fondo.

Al 40’ arrivava il raddoppio rivierasco con Traini (autore del gol del raddoppio anche mercoledì contro l’Urbania) che risolveva una mischia in area.
Sul finire della prima frazione di gioco Nardini servito da Ludovisi aveva addirittura l’occasione per triplicare il punteggio, ma una volta aggirato il portiere veniva steso dallo stesso. Per l’arbitro però era simulazione e ammoniva il numero sette ospite.

Al 49’primo tiro nello specchio della porta per l’Urbino, con Luca Uguccioni che impegnava Vaccarini in presa bassa. Al 60’ Urbino pericolosissimo con Bertuccioli che calciava dal centro dell’area, ma trovava un attento Vaccarini pronto a respingere in tuffo, Manenti tentava il tap-in, ma la sfera finiva alta. Al 67’ il nuovo entrato Allevi fuggiva sulla fascia e crossava sul secondo palo per Falà, il quale a sua volta rimetteva in mezzo per Ludovisi , l’attaccante tirava, ma un difensore si immolava e respingeva.

Al 79’ l’Urbino accorciava le distanze: su punizione Zalla infilava la rete malgrado il tentativo di Oresti che sfiorava di testa la sfera .Al 81’ combinazione tra i 2 nuovi entrati Fanesi-Allevi, col centrocampista che tirava il pallone a fil di palo. All’ 87’ l’Urbino andava clamorosamente vicino al pareggio con Lucchetti, che a pochi passi da Vaccarini gli tirava addosso.

Con questo successo (il sesto stagionale, il secondo esterno) il Grottammare stacca la Fortitudo Fabriano (sconfitta a Tolentino)rimanendo stavolta in solitario al 15° posto a -1 dalla zona salvezza. Domenica prossima i rivieraschi ospiteranno la Fulgor Maceratese (reduce dal ko di Urbania materializzato da una tripletta firmata Luca Braccioni).

Mentre l’Urbino con questo ennesimo ko (il quindicesimo stagionale, il quinto in casa, il decimo consecutivo) resta sempre più ultimo a soli 8 punti, a -11 dalla zona play out e a -17 dalla salvezza diretta. La squadra di Ceccarini ha numerosi record negativi a suo carico: peggior difesa del torneo (con 33 gol al passivo), peggior attacco (assieme a quello della Sangiustese con 11 reti realizzate), non vince dalla prima giornata. Domenica i ducali saranno ospiti dell’Ancona 1905 reduce dalla sconfitta di Senigallia contro i cugini della Biagio Nazzaro, sconfitta che gli ha fatto perdere imbattibilità (dopo 20 risultati utili consecutivi) e primato in classifica (dove ora comanda la Fermana).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)