FORLÌ – Nessuna scusa per i ragazzi di Mister Boccolini che hanno fatto letteralmente “vergognare” i circa 90 tifosi giunti fino a Forlì, sotto una nebbia fittissima, per vedere la Samb subire ben 4 gol.
 
Partita che non rende onore alla tifoseria rossoblu che, seppur con il freddo ed una nebbia che quasi nascondeva il campo di gioco, è partita con entusiasmo, assistendo ad una Samb che solo nel secondo tempo ha dato qualche segno di vita. Stavolta non c’entrano sfortuna e arbitraggio, questa Samb non piace ai sambenedettesi che, comunque grazie alle prodezze di Di Vicino hanno sperato fino al quarto gol che ha chiaramente chiuso la partita.
 
L’inizio del primo tempo faceva credere in una Samb che avrebbe ottenuto a tutti i costi i 3 punti, mentre sugli spalti i tifosi tardavano ad aprire la loro partita. Ma al 14’ prima e al 17’ poi i tifosi rossoblu iniziano a sospettare che quella in campo non è per niente una Samb che sta lottando per i tre punti e al terzo gol preso arriva la disperazione.
“Spero che la partita finisca qui per qualche motivo perché, visto l’andazzo, al secondo tempo ne prendiamo altri tre”, esclama un tifoso alla fine del primo tempo. “Che squadra ha messo in campo Boccolini? Ha totalmente sbagliato formazione” commentano in molti.
 
E invece la Samb reagisce e in soli 2 minuti accorcia le distanze. La Curva Nord ci crede, è con Ogliari e compagni e li incita a siglare il gol del pareggio. Ma a 20 minuti dalla fine il Forlì chiude definitivamente la partita e dagli spalti rossoblu le critiche, oltre che alla difesa, non possono che andare alla prestazione di Turbacci.
“Il primo e l’ultimo gol erano entrambi sul suo palo e sul secondo ha sbagliato il tempo dell’uscita” commenta un tifoso.
 
Ai tifosi non resta che gridare “solo la maglia, tifiamo solo la maglia..” a fine partita, rivolgendo le spalle ai giocatori andati sotto la curva per salutarli. E a San Benedetto arrivano le prime preoccupazioni “con questa Samb, non dobbiamo pensare ai play-off ma preoccupiamoci di più a non retrocedere”.
 
 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 794 volte, 1 oggi)