TABELLINO
Fabi Shoes Montegranaro- Banca Tercas Teramo: 83-80.
FABI SHOES MONTEGRANARO
: Ford 6, Jones 12, Nasini ne, Antonutti 11, Cavaliero 4, Maestranzi 9, Ray 4, Canavesi 2, Cinciarini 8, Ivanov 27. All.: Stefano Pillastrini.
BANCA TERCAS TERAMO: Zoroski 17, Ricci ne, Boscagin 9, Lulli , De la Fuente 11, Diener 11, Martelli ne, Davis 13, Rullo 2, Polonara 5, Fletcher 12. All: Ramagli Alessandro.

Arbitri: Begnis Roberto , Lo Guzzo Carmelo, Biggi Maurizio.
Note: parziali 21-25; 24-22 (45-37); 21-20 (66-57); 17-23 (83-80). Tiri da due Montegranaro 19/36, Teramo 23/43; tiri da tre Montegranaro 9/23, Teramo 6/19; tiri liberi Montegranaro 18/22, Teramo 16/22; rimbalzi Montegranaro 32, Teramo 38; assist Montegranaro 9, Teramo 9; stoppate Montegranaro 2, Teramo 2; schiacciate Montegranaro , Teramo 2.
Usciti per cinque falli: Ford (M) al 41’ 57” (79-80), Fletcher (T) al 42’ 10” (79-81).
Spettatori: 3600

PORTO SAN GIORGIODopo aver chiuso alla grande il 2010 con la vittoria del derby di Natale, il nuovo anno della Sutor si apre con il “quasi derby” contro Teramo. I biancorossi abruzzesi, reduci da un avvio campionato difficile, nelle ultime partite hanno ritrovato il giusto equilibrio, dopo i vari rimpasti. Tagliati Hall, Ahern e Casey Shaw, i due nuovi innesti De La Fuente e Davis sono le recentissime risorse di coach Ramagli, in panchina al posto di Capobianco.

Nonostante la grinta dei Teramani, la Fabi vince questa difficile gara che ha sempre condotto, ma più volte la BancaTercas è rientrata, lottando fino all’ultimo tiro.

Parte in quarta la Sutor, condottiero della gara Ivanov che, dopo il pareggio del 6-6 di Boscagin,  mette a segno solo nel primo quarto ben 13 punti (3/4 da due; 1/1 da tre e 4/4 ai liberi), a fine gara MVP con 27 punti. Dall’altra parte risponde Zoroski che dalla lunga distanza chiude il periodo 21-15.

Il Pilla mette in campo Antonutti e con le sue tre bombe scalda gli animi dei tanti accorsi al Palasavelli (35-26). Si allunga Jones, Ford prova a dare spettacolo con le sue schiacciate che non vanno a segno e gli ospiti ne approfittano per rientrare; la tripla di Boscagin e i due punti di Davis riduco il gap a -6 (39-33). I ragazzi di coach Pillastrini ritrovano la grinta e si va al riposo con +8 di vantaggio (45-37).

Riapre Zorosky risponde Ray. E con la tripla di Maestranzi, la Sutor tenta di scappare. Cavaliero chiude dalla lunetta (66-57).

Al rientro, le due squadre per due minuti non trovano il canestro. Alla fine Cinciarini mette a segno i suoi due punti (68-59). Teramo riapre di nuovo la partita facendo preoccupare i sutorini. I 5 punti di fila di un ispirato Zorosky porta il gap a+2 (68-66). Il Bulgaro  non ci sta e in pochi minuti riporta il vantaggio a +7 (73-66). Ford allunga di due. Ma i Teramani non mollano. Uno 0/2 dalla lunetta del Capitano Cinciarini preoccupa i gialloblu ma il guerriero Ivanov stranamente preciso ai liberi chiude 83-80.

Nel giorno dell’epifania, ad attendere la Sutor al Palalottomatica ci sarà la Virtus Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 246 volte, 1 oggi)